Dell’Agnello da casertano, tre magie di Enrico Manna raccontano un grande passato

di 

19 ottobre 2013

PESARO – Otto anni non si dimenticano, è vero, ma la partita di domenica conta di più. Perché oggi è Pesaro, che lo è stata anche nella parentesi di giocatore, la realtà che sta a cuore al livornese sulla panchina della Victoria Libertas.

 

Pesaro contro Caserta è ricca di ricordi, ma Sandro pensa solo alla sfida valida per la seconda giornata di campionato, anche se pu24.it, grazie alle magiche fotografie di Enrico Manna, gli regala tre scatti d’autore che raccontano le sue sfide di allora, in bianconero, contro biancorossi che oggi ritrova nella Vuelle.

 

La prima propone Darren Daye (“Quello sì che era un gran giocatore” ha commentato Dell’Agnello) che si incunea nella difesa casertana, tra il nuovo coach della Vuelle, Vincenzo Esposito, Sergio Donadoni e, più defilato, Nando Gentile.

 

La seconda, Gracis in entrata mentre Dell’Agnello osserva, quasi sorpreso dalla velocità del trevigiano.

 

La terza magia di Enrico ci invita a una riflessione: ma come, Ario, ti fai stoppare da Dell’Agnello e poi lo porti con te, a Brescia, Forlì e Pesaro?

 

Dell’Agnello da casertano, tre magiche foto di Enrico Manna raccontano un grande passato, con l’augurio che il presente e il futuro siano altrettanto radiosi.

Per vedere le altre foto storiche della VL firmate Enrico Manna, vai sulla nostra rubrica “Quelli erano giorni”: http://www.pu24.it/quelli-erano-giorni/ 

GUARDA LE FOTO DI ENRICO MANNA (CLICCA SULLA FOTO PER INGRANDIRE L’IMMAGINE):

Tags: , , , , ,

2 Commenti to “Dell’Agnello da casertano, tre magie di Enrico Manna raccontano un grande passato”

  1. Luca scrive:

    Salve, posso sapere quante ne retrocedono dalla a1 quest’anno? Saluti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>