Premio “Apifarfalle”, consegnati da Ricci 64 riconoscimenti. Tutti i premiati

di 

19 ottobre 2013

LUNANO – Sala del consiglio comunale gremita, a Lunano, per la cerimonia “Una provincia di apifarfalle”, che ha visto la consegna di 64 “attestati di merito” (di cui 4 nella sezione “Giovani talenti”) a quanti si sono distinti per qualità umane e professionali in campo scientifico, tecnologico, culturale, sociale, sportivo, professionale, economico, ambientale.

Apifarfalle i premiati col presidente Ricci

Apifarfalle i premiati col presidente Ricci

 

 

 

 

L’appuntamento, promosso dalla Provincia e giunto alla X edizione, ha visto in questi anni l’assegnazione di riconoscimenti a 932 persone, accomunate da due qualità principali: la laboriosità dell’ape e la leggiadra luminosità della farfalla. Lo ha ribadito il presidente Matteo Ricci, che ha consegnato i riconoscimenti sottolineando come, anche in questo periodo di crisi, il territorio provinciale si sia caratterizzato per la tenacia della sua gente, quella “tigna” che consente di non arrendersi alle difficoltà. Da qualche anno, su iniziativa di Ricci, la cerimonia è itinerante, per promuovere e valorizzare le diverse aree della provincia e le loro iniziative (in questo caso, la “Festa della Castagna” di Lunano, con gli onori di casa da parte del sindaco Claudio Ceregini).

 

 

Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

Sempre su iniziativa di Ricci, dal 2009 è nata la sezione “Giovani talenti” per premiare le esperienze innovative di giovani che hanno raggiunto traguardi importanti. In tale ambito, quest’anno i riconoscimenti sono andati all’art director, grafico e illustratore Alessandro Baronciani di Pesaro (che ha diretto campagne a cartoni animati per diverse agenzie pubblicitarie, creando illustrazioni per brand nazionali e internazionali, oltre a lavorare per note case editrici di libri per bambini e fumetti), l’insegnante e scrittore Matteo Cellini di Urbania (il cui primo romanzo, “Cate, io” è risultato finalista al “Premio Strega 2013” e vincitore del “Premio Campiello opera prima 2013”), gli amministratori di “Bp Cube snc” di Fossombrone Enrico Battistelli e Alessandro Paolini (per aver creato il primo “incubatore” della provincia, luogo di incontro delle idee più brillanti del centro Italia, che fornisce aiuto per sviluppare e implementare nuove idee imprenditoriali) e la regista d’animazione e illustratrice Julia Gromskaya di Pergola (ha illustrato libri, copertine di festival cinematografici e 5 opere di filmografia che hanno ottenuto 41 riconoscimenti in tutto il mondo, unendo agli echi della sua terra d’origine, l’Unione sovietica, le sfumature delle colline pesaresi). La cerimonia si è conclusa con un buffet offerto dalla Pro loco.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>