Serie D, clamoroso a Isernia: tre mesi non pagati dalla società, non scenderà in campo contro la Civitanovese

di 

20 ottobre 2013

Clamoroso a Isernia. Dopo una lunga ed accorta riunione il capitano dell’Isernia Tufano in accordo con tutta la squadra e alla presenza dello staff tecnico e dell’assessore allo Sport del comune di Isernia, Cosmo Galasso, che in questi giorni si è adoperato molto per risolvere l’ingarbugliata questione societaria della società dilettantistica, hanno deciso di non presentarsi e quindi di non scendere in campo questo pomeriggio (domenica 20 ottobre) 2013 alle ore 15. Era in programma la sfida interna con la capolista “Civitanovese”. I cancelli del comunale “Lancellotta” rimarranno chiusi. Di comune accordo i calciatori hanno fatto rientro nelle proprie città e rimarranno li fino a quando la questione societaria non verrà risolta completamente e fino al momento in cui il presidente dimissionario Saverio De Benedictis non riconsegnerà totalmente il titolo nelle mani dell’assessore allo Sport del comune di Isernia ed in quelle del primo cittadino. Inoltre, il capitano Tufano e l’intera squadra in simbiosi con lo staff tecnico, fanno sapere che non faranno rientro ad Isernia fino a quando non verranno saldate tutte le spettanze arretrate, si tratta di tre mesi (agosto, settembre e ottobre in scadenza ormai).

Vis Pesaro-Isernia, Giacomo Ridolfi

Giacomo Ridolfi in azione due anni fa contro l’Isernia, quando la società molisana non aveva problemi. Foto Giardini

In questo modo si è voluto dare un segnale forte e chiaro a coloro che hanno tentato di “infangare” il nome della città di Isernia e della sua società sportiva. Nei prossimi giorni si conosceranno meglio le evoluzioni societarie, ma l’amministrazione comunale con garante l’assessore allo Sport Cosmo Galasso vigilerà sul passaggio societario e fino a quando questo non verrà compiuto in toto la squadra non si allenerà e non scenderà in campo. Una decisione sofferta ma irrinunciabile allo stesso tempo.

Campionato falsato? Ricordiamo che già nella passata stagione l’Isernia giocò in pratica due campionati, uno con una squadra competitiva e l’altro per diverse giornate con una squadra simil juniores.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>