Staminali, l’onorevole Ricciatti e Aiello al ministro Lorenzin: “Si prosegua la sperimentazione sul metodo Stamina”

di 

26 ottobre 2013

ROMA –  L’onorevole Lara Ricciatti, insieme al collega di Sel Ferdinando Aiello, hanno presentato un’interrogazione alla ministra Lorenzin per chiedere se non ritenga di proseguire e concludere l’€™iter della sperimentazione del metodo Stamina e se non reputi indispensabile acquisire tutte le cartelle e i dati clinici dei pazienti sottoposti alla “cura Stamina”, non solo presso gli Spedali di Brescia, ma anche presso gli ospedali e gli specialisti che hanno avuto in cura i pazienti stessi.

La questione, che tocca dal vivo anche una famiglia fanese, quella del piccolo Federico, ha già visto in passato l’intervento dei due deputati di Sel, che chiedono con forza di mettere al primo posto l’interesse dei malati e delle loro famiglie.

“Il 10 ottobre scorso il Ministro della Salute Lorenzin – scrivono i deputati di Sel nell’€™interrogazione – ha annunciato la decisione di fermare la fase di sperimentazione del metodo Stamina a seguito del parere negativo fornito dal Comitato scientifico, istituito dal decreto ministeriale 18 giugno 2013. Lo stop nasce, a detta della ministra, dalla non garanzia della replicabilità e sicurezza del metodo, e dal fatto che mancherebbero i presupposti di scientificità e sicurezza per avviare la sperimentazione clinica”.

“E’ˆ bene peraltro sottolineare che il decreto legge 24/2013 – proseguono Aiello e Ricciatti nell’€™interrogazione – non ha previsto l’™istituzione del Comitato scientifico ai fini della valutazione della sperimentazione, e la stessa interruzione alla sperimentazione decisa dal Ministro è in contrasto evidente con una legge dello Stato, il decreto 24/2013, che non prevede questa possibilità, ma che prevede un preciso iter di avvio e conclusione della medesima sperimentazione. Proprio per questo abbiamo chiesto alla ministra Lorenzin di proseguire e concludere l’€™iter della sperimentazione. Solo alla fine del percorso si potrà stabilire la reale efficacia del metodo e non prima.

Tags: , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>