Bertini soddisfatto: “Ragazze bravissime, per due set mi hanno fatto venire i brividi. Ma dobbiamo migliorare in difesa”

di 

27 ottobre 2013

PESARO – Sorprendente, autoritaria, anche bella… è la squadra che si è fatta ammirare anche da proprio coach, Matteo Bertini.

 

“Sì, davvero bella, così bella che neppure io me l’aspettavo, almeno in questo modo. E’ la verità. Certo, avevo fiducia nelle ragazze, ma che venissero fuori così presto, soprattutto dopo i problemi evidenziati nell’esordio casalingo con Todi, non me l’aspettavo proprio…”.

 

Che cosa l’ha impressionata, in particolare?

 

“Intanto che sono state bravissime a interpretare correttamente la gara, a giocare subito concentrate, fin dalla prima palla. Hanno giocato due set che hanno fatto venire i brividi anche a me, che pure conosco le loro qualità…”.

 

Vi siete esaltate in ricezione e Giulia Carraro ha diretto da par suo il gioco offensivo…

 

“Quattro giocatrici in doppia cifra, una a 9 punti… La distribuzione di Giulia è stata equa e di conseguenza il nostro attacco è risultato meno prevedibile, con tante alternative…”. In fondo potrete leggere il tabellino completo, che non abbiamo potuto proporre annunciando la bella vittoria della squadra di Bertini.

 

Volley Pesaro non si è fermata all’attacco…

 

“Abbiamo murato bene (12) e difeso tanto, ma possiamo e dobbiamo fare di più…”.

 

Bertini non è incontentabile, anzi, il suo giudizio – come potrete leggere più avanti quando commenta la prova delle avversarie – è equilibrato.

 

“Sono convinto che la difesa può recuperare qualche palla in più. Comunque, le ragazze hanno lavorato tanto in settimana in difesa e in copertura, e hanno fatto altrettanto anche sabato sera, migliorando su alcuni aspetti che erano stati negativi contro Todi. Le ragazze ci hanno messo molta attenzione e da 17 muri subiti siamo passate a 8, abbassando anche gli errori: da 19 a 11”.

 

Riconosciuti i meriti della propria squadra, Bertini analizza le difficoltà di Loreto.

 

“Onestamente, non ci sta che si vinca un set a 14, fra noi e Loreto non c’è un margine così ampio. Noi abbiamo giocato molto bene, loro un po’ sotto tono, a iniziare dalla battuta che è uno dei fondamentali in cui eccellono. Ricevendo positivamente, abbiamo potuto fare il nostro gioco e se la palla arriva bene nelle mani di Giulia…”.

 

Eppure le ragazze di Raffaella Cerusico volevano rifarsi dopo la sconfitta al tie-break patita a Rieti.

 

“Noi siamo partite molto forte, in battuta, sempre con palla staccata che ha messo in difficoltà la loro ricezione, con il palleggiatore chiamato a scelte obbligate. E quando la palla era in mano nostra abbiamo fatto sempre le scelte giuste. Loro, pensando alle difficoltà che avevamo incontrato con Todi, non s’aspettavano una nostra partenza sprint, che la ha sorprese e forse destabilizzate. Un nostro merito, contro avversarie del calibro di Bellucci e Sabbatini, esperte, abituate a fare i playoff”.

 

Osservando gli altri risultati – mentre parliamo con Bertini manca solo quello tra Todi e Casette d’Ete – spicca il successo di Olbia a Pagliare.

 

“Non mi sorprende, Olbia ha allestito una bella squadra e può contare su Caterina Sintoni, che ha giocato anche a Villa Cortese, in A1, ha una lunga carriera e lo scorso anno non ha perso una sola partita con Monza, in B1”.

 

Bertini parla alle ragazze. Foto Danilo Billi

Bertini parla alle ragazze. Foto Danilo Billi

Una domenica di riposo, poi Volley Pesaro tornerà al PalaSnoopy per un’atra settimana di grande lavoro in vista della terza giornata di andata, che proporrà – sabato 2 novembre, ore 18,30 PalaCampanara – la gara casalinga con Firenze che ha superato Rieti al tie-break.

 

“Sarà una partita rognosa, qual è la squadra fiorentina, che all’esordio ha perso ad Olbia, ma si è rifatta in casa. Firenze sembra la copia di Todi: difende tutto, sbaglia poco e manda fuori di testa le avversarie se non l’attaccano con pazienza. E’ quanto chiederò alle ragazze: pazienza, tanta pazienza. Ricordando che lo scorso campionato vincemmo al tie-break 26-24. Un risultato che la dice lunga su quel che ci aspetta sabato prossimo”.

 

Intanto vi proponiamo le statistiche di sabato scorso, ricordando lo 0-3 finale (14-25; 16-25; 21-25 in 76 minuti) per Volley Pesaro:

 

LORETO: Zannini (L: ricezioni 10, errori 1, positiva 50%, perfetta 20%), Recine 3 (2/4; 1 muro), Sabbatini 9 (8/27; 1 muro), Tozzo 10 (6/14; 4 muri), Pamic ne, Zanon 1 (1 muro), Tamantini 1 (1 muro), Bellucci 6 (6/22), Pieroni ne, Brutti (L: ricezioni 3, positiva 67%, perfetta 33%), Isolani ne, Bianchin 5 (5/22). All. Cerusico.

 

PESARO: Spadoni ne, Carraro 4 (1/1; 3 muri fatti), Boriassi 9 (6/15; 1 ace, 2 muri fatti, 1 subìto), Micheletti (L: ricezioni 16, positiva 62%, perfetta 50%), Zuccarini 12 (10/31; 2 ace; 2 errori; 3 muri subiti), Natale ne, Fiesoli 10 (8/19; 2 errori; 2 muri fatti), Salvia 13 (8/19; 2 errori; 5 muri fatti, 2 subiti), Battistelli, Trinci ne, Sacchi ne, Gioia 15 (14/35; 1 ace; 5 errori; 2 muri subiti). All. Bertini.

 

STATISTICHE DI SQUADRA

 

LORETO: battute 52, errori 2. Ricezioni 67, errori 4, positiva 51%, perfetta 27%. Attacchi 92, errori 4, muri subiti 12, punti 27 (29,34%). Muri fatti 8.

 

PESARO: battute 74, errori 7, ace 4. Ricezioni 50, positiva 64%, perfetta 44%. Attacchi 120, errori 11, muri subiti 8, punti 47 (39,16%). Muri fatti 12.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>