VIS PESARO – GIULIANOVA: 2-1, decide una incornata di Cusaro in zona Cesarini!

di 

27 ottobre 2013

VIS PESARO – GIULIANOVA 2-1

VIS PESARO (4-2-3-1): Foiera; G.Dominici, Cusaro, Melis, Martini; A.Torelli, Omiccioli; Bianchi (38′ st G.Torelli), Ridolfi, Bugaro (24′ st Di Carlo); Cremona (1′ st Costantino). A disp.: Osso, E. Dominici, Pangrazi, Bartolucci, Rossi, Chicco All. D’Anzi (Magi squalificato)

GIULIANOVA (4-3-3): Melillo; Del Grosso, Venneri, Catalano, Lo Russo; Fantini, Berretti, Maschio (30′ st Di Iulio); Bianchini, Dos Santos (16′ st Iachini), Brosio. A disp.: Farnè, Nocera, Di Gioacchino, De Luca, Rinaldi, Zouhri, Puglia. All. Ronci

ARBITRO: Meleleo di Casarano

MARCATORI: 22’pt Bianchini (G), 36′ pt Ridolfi (V), 48′ Cusaro (V)

NOTE: Spettatori 700 circa (con una quarantina di tifosi da Giulianova). Espulso al 42′ st Melis (V) per doppia ammonizione. Ammoniti: Berretti (G), Cusaro (V), Bianchini (G), Del Grosso (G), Melis (V). Angoli: 1-2. Recuperi: pt 0′, st 4′

Fine partita: tutti ad abbracciare Cusaro. Nel gruppo anche Chicco che, dopo aver preso in braccio Ridolfi, è andato a congratularsi con il match-winner

Fine partita: tutti ad abbracciare Cusaro. Nel gruppo anche Chicco che, dopo aver preso in braccio Ridolfi, è andato a congratularsi con il match-winner

PESARO – Obiettivo: alzare la testa. Rialzare subito la testa, nel gioco, nell’atteggiamento e possibilmente nel risultato, dopo le tre scoppole anconetane. E’ questo il primo compito della Vis Pesaro impegnata, oggi, alle 14.30, al Benelli contro gli abruzzesi del Giulianova.

Prima convocazione in campionato per Chicco: l’attaccante triestino era fuori dal derby di Coppa giocato col Fano in agosto (dove segnò un gol su rigore prima di fratturarsi il piede). Torna, dopo la squalifica scontata ad Ancona, il difensore centrale Cusaro. Unico assente mister Magi: dopo l’espulsione rimediata 7 giorni fa ad Ancona, il panchina andranno il ds D’Anzi e il tecnico della Juniores Emanuele Cecchini.

Nel Giulianova di mister Ronci, reduce da 5  risultati utili consecutivi  (3 vittorie e due pareggi) ma ancora senza vittorie esterne, mancheranno gli infortunati D’Orazio e Moris Carrozzieri, più lo squalificato Esposito. Prima convocazione per i neotesserati portiere Vincenzo Melillo e difensore Catalano.

Arbitra Alessandro Meleleo di Casarano (assistenti Pietro Guglielmi e Daniele Colizzi entrambi di Albano Laziale), fischietto pugliese alla primissima contro Vis e Giulianova, e considerato uno dei migliori arbitri della Can D.  Pesaresi e abruzzesi si sono invece affrontati 28 volte: 10 a 9 le vittorie per gli abruzzesi, coi 9 pareggi a testimoniare una situazione più o meno di parità. L’ultima volta, nel 2004, al Benelli finì 0-1, con rete abruzzese firmata Cristiano Del Grosso (oggi all’Atalanta). Il fratello gemello, Federico, anche lui in campo allora, sarà in campo anche oggi.

Nulla da segnalare dopo 13 minuti di gioco. Vis in campo, in realtà, con un 4-2-3-1 con Ridolfi a svariare  nella zona dell’ex Fano Berretti, spostato da Ronci davanti la difesa a 4 dove trovano spazio da primo minuto i nuovi arrivati Catalano e, in porta, Melillo. In attacco, nel Giulianova, solo Dos Santos preso in consegna da Cusaro. Partita spezzettata da molti falli: zero azioni limpide fino ad ora.

20′ Torre di Cremona su un campanile, palla stoppa in area da Bugaro che costrastato riesce a girare di sinistro: Melillo devia sui piedi di Bianchi, sempre in area, dalla parte opposta, che prende la mira e scarica nuovamente in porta. Melillo, ancora lui, dice no. Occasionissima Vis.

Giulianova in vantaggio: traversone a mezza altezza, dalla sinistra, di Lo Russo: Melis, a centro area, interviene toccandola pressato da Dos Santos, palla sul secondo palo, il cuoio sfila e Bianchini anticipa tutti facendo secco Foiera (22′). Film già visto: ancora un gol preso sugli sviluppi di un traversone che arriva sul secondo palo.

27′ Bugaro taglia in mezzo per Cremona: colpo di testa, palla velenosa, Melillo ancora una volta con un colpo di reni straordinario sventa l’occasione. Occasione a salve: arbitro aveva visto un fuorigioco di Cremona.

Vis più viva: finalmente si iniziano a vedere alcune trame interessanti. Bianchi e Bugaro tagliano in mezzo palloni ghiotti ma Melillo e soci si disimpegnano benissimo.

Flash di Ridolfi, pareggio della Vis: Ridolfi ruba palla sulla trequarti e scatta sulla destra, tiene a bada il ritorno di fiamma di tre giuliesi, entra in area e batte Melillo con un preciso rasoterra a incrociare sul secondo palo. Rido esulta come Balotelli: si ferma e non esulta (1-1 al 36′).

Ammonito Berretti per fermare Ridolfi in slalom: buona notizia per la Vis visto che Berretti, nel centrocampo studiato da Ronci, costituisce la gabbia per arginare il giovane talento pesarese.

D’Anzi segue la partita costantemente in piedi. Ronci lo imita sulla panchina opposta.

Finisce il primo tempo senza recupero: 1-1 il risultato, zero angoli, un ammonito (Berretti). Un solo flash, ma decisivo, di Ridolfi. La difesa vissina bucata da una sola occasione ma, ancora una volta, uguale ai soliti gol subiti fin qui: palla sul secondo palo, mancata chiusura e gol subito. Peccato.

Ripresa: Costantini per Cremona nella Vis. Il guerriero lumbard non è ancora al meglio, si batte, combatte ma gli manca lo spunto migliore.

5′ Ridolfi verticalizza per Bianchi, molto attivo, sulla destra: l’esterno di Cantiano converge ma non trova la porta scaricando a lato.

Carrozzieri si aggira per la tribuna.

7′ Ridolfi ruba palla a Berretti, fugge via sulla destra, entra in area, e calibra sul secondo palo una palla morbida per Costantino che, incredibilmente, arriva sul pallone ma di esterno destro anziché di sinistro lo indirizza sul palo esterno. Occasionissima alla ortiche.

Giulianova pericolosissimo: traversone di Bianchini sul secondo palo, Broso di testa schiaccia in area e Cusaro libera sui piedi di Maschio che calcia forte non inquadrando la porta. Sul ribaltamento di fronte Costantino resiste a un corpo a corpo con Catalano ma non trova la forza per concludere facendo partite un rasoterra facile per Melillo. Ancora Vis: punizione di Bugaro dalla mattonella preferita ma Melillo, plasticamente, fa sua la sfera sul primo palo.

Il Giulianova ricalca tattaicamente la Vis: fuori l’unica punta di ruolo, Dos Santos, dentro Iachini che si va a piazzare largo su Martini per sfruttare la sua differente velocità.

Ridolfi continua a produrre giocate a getto continuo: Costantino non ci arriva di testa, spizzando solamente.

D’Anzi, allora, inserisce Di Carlo richiamando Bugaro.

29′ incredibile contropiede della Vis non sfruttato: Dominici palla al piede sulla trequarti giuliese e non serve Costantino libero trovando il piede dell’unico difensore rimasto. Pazzesco.

Rigore per la Vis: Melis sradica un pallone per Bianchi, che serve Costantino che entra in area e si guiadagna il rigore su Del Grosso (ammonito). Dal dischetto lo stesso Costantino: palla forte, Melillo devia in angolo.

Paratissima di Foiera: punizione di Del Grosso a giro, il portiere vissino para volando toccando la sfera in angolo.

Entra Giorgio Torelli per Bianchi, stremato.

41′ Melis si spinge in attacco ma, nel tentativo di recuperare la palla, entra male e vistosamente sul dirimpettaio: secondo cartellino ed espulsione. Vis in 10.

Nonostante l’inferiorità numerica è la Vis a fare e sprecare: al 43′ Costantino entra in area, dribbla due giocatori ma a tu per tu col portiere spara in bocca al portiere.

La Vis reclama un altro rigore, apparso netto: cinturata a centro area di Venneri su Costantino messo giù. Vistosissimo abbraccio a due passi dall’arbitro. Nulla da fare: via, continuare.

4 minuti di recupero.

Vi s in vantaggio: rimessa laterale, traversone di Ridolfi, Cusaro si fionda di testa e trova l’impatto con una palombella all’incrocio dei pali. Gooooooooooollllllllllll! 2-1

Finisce dopo 5′ recupero: Vis-Giulianova 2-1, tutti ad abbracciare Cusaro!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>