Al via la stagione teatrale del Rossini con Toni Servillo e le “Voci di dentro”

di 

29 ottobre 2013

PESARO – Si apre il sipario venerdì 1 novembre sulla nuova stagione di prosa del Teatro Rossini di Pesaro promossa dal Comune e dall’AMAT e realizzata con il contributo della Regione Marche e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Ad inaugurare il cartellone è l’atteso e pluripremiato spettacolo Le voci di dentro di Eduardo De Filippo diretto e interpretato da Toni Servillo, in scena a Pesaro fino a domenica 3 novembre.

 

Migliore spettacolo della stagione teatrale 2012/13, migliore regia e migliore attore protagonista (Toni Servillo), migliore attrice non protagonista (Chiara Baffi), migliore attore non protagonista (Peppe Servillo): su undici “Maschere del Teatro” ben cinque sono state assegnate a Le voci di dentro, spettacolo di grande successo prodotto dal Piccolo Teatro di Milano, dal Teatro di Roma e dai Teatri Uniti che quest’anno sarà impegnato in una lunga tournée nazionale e internazionale che lo vedrà in scena anche in Spagna, Russia e Francia.

 

Tra le mani del regista e attore pluripremiato, volto noto del cinema italiano e internazionale, la celebre pièce di Eduardo De Filippo, scritta nel 1948, diventa uno spettacolo imperdibile, con una folta compagnia di attori napoletani di diverse generazioni, a partire dal fratello Peppe, nei panni di Carlo Saporito, fratello del protagonista.

“Le voci di dentro – scrive Toni Servillo nelle note allo spettacolo – è la commedia dove Eduardo, pur mantenendo un’atmosfera sospesa fra realtà e illusione, rimesta con più decisione e approfondimento nella cattiva coscienza dei suoi personaggi, e quindi dello stesso pubblico. L’assassinio di un amico, sognato dal protagonista Alberto Saporito, che poi lo crede realmente commesso dalla famiglia dei suoi vicini di casa, mette in moto oscuri meccanismi di sospetti e delazioni. Si arriva ad una vera e propria “atomizzazione della coscienza sporca”, di cui Alberto Saporito si sente testimone al tempo stesso tragicamente complice, nell’impossibilità di far nulla per redimersi. Eduardo scrive questa commedia sulle macerie della seconda guerra mondiale, ritraendo con acutezza una caduta di valori che avrebbe contraddistinto la società, non solo italiana, per i decenni a venire. E ancora oggi sembra che Alberto Saporito, personaggio-uomo, scenda dal palcoscenico per avvicinarsi allo spettatore dicendogli che la vicenda che si sta narrando lo riguarda, perché siamo tutti vittime, travolte dall’indifferenza, di un altro dopoguerra morale.”

 

Gli attori in scena , oltre ai fratelli Servillo, sono Chiara Baffi, Betti Pedrazzi, Marcello Romolo, Toni Servillo, Peppe Servillo, Gigio Morra, Lucia Mandarini, Vicenzo Nemolato, Marianna Robustelli, Antonello Cossia, Daghi Rondanini, Rocco Giordano , Maria Angela Robustelli, Francesco Paglino. Le scene sono di Lino Fiorito i costumi di Ortensia De Francesco, le luci di Cesare Accetta e il suono è curato da suono Daghi Rondanini.

 

Per informazioni: biglietteria del Teatro Rossini 0721 387621, Teatro Rossini 0721 387620, www.pesarocultura.it, teatri@comune.pesaro.pu.it, www.amatmarche.net.

Inizio spettacolo: venerdì e sabato ore 21, domenica ore 17.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>