Foto del giorno: anche Pippo Baudo premiato col Tartufo d’oro

di 

29 ottobre 2013

SANT’ANGELO IN VADO- Un incontro regale alla 50 Mostra del Tartufo di S.Angelo in Vado. Il re della televisione alla corte di re tartufo. Sant’Angelo in Vado celebra la sua eccellenza gastronomica premiando il conduttore siciliano con il prestigioso tartufo d’oro, disegnato dallo stilista ducale Piero Guidi. “Il tartufo è un prodotto magnifico –ha commentato mentre passeggiava lungo gli stand dedicati al Tuber Magnatum Pico-. Nasce in una terra magnifica e dicono che sia anche afrodisiaco”.

Pippo Baudo e Sindaco Bravi

Pippo Baudo e Sindaco Bravi

Sotto la conduzione di Paolo Notari, tra i premiati di spicco anche Beppe Carletti, fondatore dei Nomadi, che con la Mostra di S.Angelo in Vado condivide le cinquanta candeline: la celebre band fu fondata infatti da Carletti e da Augusto Daolio proprio mezzo secolo fa. Carletti ha preferito non eccedere nelle parole e si è affidato a Stefano Masciarelli e la sua band per regalare al teatro qualche strofa di “Io Vagabondo”. Ma Pippo Baudo non è l’unica celebrità ad essersi presentata alla corte di re tartufo per ritirare il più importante riconoscimento vadese. Infatti, passeggiando per le vie del centro storico si potevano incontrare Richy Tognazzi accompagnato dalla moglie Simona Izzo, Beppe Carletti, venuto a festeggiare i 50 anni della storica band italiana I Nomadi, lo showman Stefano Masciarelli e Paolo Notari arrivato nella storica capitale della Massa Trabaria come conduttore d’eccellenza della giornata. Presenze d’eccezione che hanno reso l’edizione anniversario della mostra ancora più ricca e splendente visto il grande seguito di pubblico arrivato da tutta Italia. Momento molto toccante è stata la consegna del premio a Lucia Annibali, ritirato dalla madre Lella, dove è stato letto un messaggio per l’occasione. L’avvocatessa ha sottolineato il suo ringraziamento a tutte le persone che le sono state vicino e ha ribadito il suo attaccamento alla vita e la speranza che la sua testimonianza sia d’aiuto a chi soffre. Nell’anniversario della scomparsa del padre Ugo, anche Richi Tognazzi ha ricevuto il Tartufo d’Oro, assieme alla moglie Simona Izzo, alla quale il premio ha portato fortuna: premiata trentun anni fa proprio col Tartufo D’oro quando era una promessa del cinema è tornata ieri per un premio alla carriera. La coppia ha anche svelato un progetto ancora segreto, pare infatti che il prossimo film prodotto da Tognazzi e scritto dalla Izzo sarà ambientato nelle Marche. Altri premiati illustri Roberto Casari, Gianalberto Luzi, Francesco Rocca, Alberto Pascucci, Roberto Caputo, Luca Dini, Antonio Maestri, Giuseppe Pasquini e Angelo Teodoli.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>