Ladri, ormai è scontro a viso aperto: un ristoratore cerca di farli fuggire tirando una cyclette, un residente minacciato con un coltello alla gola

di 

2 novembre 2013

PESARO – Ormai è scontro aperto. Perché i ladri non hanno più un briciolo di paura e pudore, e una volta deciso di rubare intervengono senza problemi, pure se incrociano i proprietari o se li trovano all’interno dell’abitazione. Una sfida.

Ieri, i gestori del Pavone Bianco, ristorante pizzeria della località Babbucce, non sapendo più come metterli in fuga hanno deciso di lanciarli una cyclette dalla finestra. I ladri hanno risposto tirandogli dei mattoni.

Erano le 3.30 della notte di Halloween quando i ladri hanno parcheggiato come clienti il furgone bianco,  ovviamente rubato poche ore prima a un muratore di Case bruciate, e sono entrati in azione con delle cesoie: un colpo di mazza per spaccare il vetro e poi il tentativo di portare via alcune slot machine (che però erano incatenate). “Solo quest’anno abbiamo avuto tre tentati furti, l’assicurazione ormai non mi assicura più… Lunedì andrò a fare il porto d’armi” ha spiegato oggi al Carlino, che ricostruisce la storia nei particolari, uno dei titolari richiedendo l’installazione delle telecamere di sicurezza come avvenuto, negli ultimi mesi, nella nostra zona, a Montecchio.

Ennesima notte di paura anche a Case Bruciate dove, due giovani, sui vent’anni, sono fuggiti a bordo di una Audi A6, con la targa di una Punto (rubata) sopra la targa vera, dopo aver puntato un coltello a serramanico alla gola di uno dei residenti che li aveva beccati durante il furto. I due ladri gli stavano letteralmente ribaltando la casa, con i residenti in taverna, dopo essersi arrampicati dalla grondaia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>