Operazione Lazarus, il gip respinge gli arresti domiciliari per i due necrofori. Sviluppi nelle indagini della Fidanza: pronti altri interrogatori

di 

2 novembre 2013

PESARO – Il G.I.P. presso il Tribunale di Pesaro ha respinto la richiesta di revoca della misura degli arresti domiciliari avanzata dai legali di due dei necrofori coinvolti nell’operazione “Lazarus” condotta recentemente dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria del capoluogo.

 

Infatti, gli indagati Pascolo Domenico e Giunti Donatella hanno reso dichiarazioni contrastanti sul sistema delle somme di denaro ricevute sia dai familiari delle persone decedute sia dai titolari delle imprese di pompe funebre, permanendo, pertanto, il pericolo di inquinamento delle prove.

 

Nel frattempo, le indagini condotte dai finanzieri hanno fatto emergere nuovi sviluppi, per cui la prossima settimana oltre agli arrestati saranno interrogati altri indagati.

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>