Gulliver, dall’asilo ai crediti formativi per gli studenti

di 

6 novembre 2013

PESARO – L’onlus “Asilo Gulliver” che opera nel quartiere di Muraglia e in iniziative in tutta la città vuole aprire le proprie porte a studenti che vogliano provare l’attività di volontariato.

Siamo impegnati in molteplici attività, sensibilizzazione, raccolte fondi, lavori nelle scuole, cura del verde, cura dell’arredo urbano e molto altro. Sul sito http://www.asilogulliver.tk/ potete farvi un’idea delle nostre iniziative.

Cosa ti offriamo? Ti offriamo di impegnare poche ore del tuo tempo per conoscere la reale vita della città, conoscere i problemi e cercare con noi di contribuire a migliorare l’esistente.

Conoscere persone che con la loro storia, il loro impegno, e la loro esperienza professionale possano aiutarti nella tua crescita.

Se decidi di impegnarti possiamo anche offrirti una certificazione valida per la tua maturità, ovvero per i crediti formativi. A differenza di quelli scolastici, i crediti formativi si ottengono grazie allo svolgimento di attività extrascolastiche.

Il credito formativo prende in considerazione tutte le altre attività svolte dallo studente che possono essere considerate formative per il proprio percorso. Lo studente può presentare al consiglio di classe l’attestazione, ed esso prenderà in considerazione il punteggio più alto del credito scolastico, che oscilla sempre tra due numeri, a seconda della media dello studente.

“Chiedete pure informazioni al vostro coordinatore di classe – rimarca nel comunicato il presidente Andrea Boccanera – che può non conoscere la nostra onlus, ma sicuramente conoscerà la normativa in essere e può consigliarvi.

Sul sito della onlus puoi prendere contatto tramite il form nella pagina contatti.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>