“Radio Tavullia” lancia una “bomba”: “Il rapporto di Vale con Jeremy Burgess s’è guastato”

di 

6 novembre 2013

Burgess e Rossi oggi, in Yamaha

Burgess e Rossi oggi, in Yamaha

TAVULLIA – Radio Tavullia non tradisce mai e quando lancia le sue notizie queste sono vere e proprie “bombe”. Sono le ore 22,45 della sera tra lunedì 5 novembre e martedì 6 quando la “bomba” arriva al cronista, precisa, secca: “Valentino non vuole più Jeremy Burgess come suo capo tecnico”.

La deflagrazione è grossa e che effetti e danni potrà produrre lo valuteremo in seguito.

Ma perché un rapporto nato nel lontano 2000 tra Valentino e “Geremia” (così Vale chiama il suo capotecnico) si è gustato arrivando a questo punto?

Domanda da un milione di dollari e ci guardiamo bene dall’addentrarci in analisi che in questo momento sono di difficile verifica, quello che possiamo affermare è che quando i risultati non arrivano, mentre il tuo compagno di scuderia in sella alla stessa moto arriva al traguardo una ventina di secondi prima di te, i rapporti inevitabilmente si guastano.

Se a questo aggiungiamo quanto affermato in una intervista che Burgess ha rilasciato al quotidiano spagnolo Marca il 13 giugno di quest’anno – “Valentino inizia a sentire il peso dell’età, il tempo passa e se dovesse vincere un altro mondiale sarebbe un miracolo”- forse abbiamo una immagine più chiara.

Rossi e Burgess in Honda

Rossi e Burgess in Honda

Forse quel giorno, e il dubitativo è d’obbligo, forse dicevamo Geremia si era fatto una birra di troppo rilasciando una intervista che – sicuramente – non ha fatto felice il Dottore il quale conosce perfettamente la teoria di Burgess che recita: “Il risultato di una gara dipende dall’80% dal pilota e dal 20% dal mezzo”.

E il Vale Nazionale è uno che non lo fa apparire ma se la prende quando qualcuno che gli sta vicino non è carino con lui e, quando la prende male, sono guai.

Guai seri.

Bargess, è nato in Australia, ad Adelaide Hills, classe 1953 (16 aprile) ed è laureato in ingegneria.

Bargess è arrivato nel mondiale moto come tecnico nel febbraio del 1980, curava la Suzuki di Mamola.

Con la Suzuki ha lavorato fino al 1982, poi è passato alla Honda dove ha lavorato per 21 anni.

Prima di diventare capo tecnico, nel 1985 in veste di “semplice” tecnico vinse il Mondiale con Spencer.

Da capo tecnico ha vinto con Wayne Gardner , Mick Doohan e Vale Rossi.

Rossi e Burgess in Ducati

Rossi e Burgess in Ducati

Nel 2000 Bargess è arrivato alla corte di Rossi per “curare” la gialla Honda 500 cc. due tempi 4 cilindri.

Una belva, una moto per piloti veri.

Geremia non si fidava molto di Vale, era abituato con Doohan, un pilota spigoloso, australiano come lui.

Quando Vale testò per la prima volta la belva a due tempi disse al suo capo tecnico: “Geremia questa moto me la devi mettere (settare) come dico io”.

Al secondo test, in Malesia, Burgess siccome quella era la moto con cui Doohan vinceva tutto non cambiò nulla: Vale ci fece tre giri tornò ai box e ribadì: “Forse non ci siamo capiti, io così la moto non la voglio”. A quel punto Burgess capì che Vale aveva talento e pure gli “zebedei” e tra i due iniziò l’idillio.

Fino a quest’anno.

Non sappiamo cosa accadrà il prossimo anno, quello che sappiamo per certo è che dal 2000 sino all’ultimo Gp di questa stagione, Bargess è mancato al fianco di Vale in pista solo due volte: al Mugello nel 2011 e nella gara successiva al Sachsenring per le precarie condizioni di salute di sua moglie Claudine.

Tags: , , , , , ,

12 Commenti to ““Radio Tavullia” lancia una “bomba”: “Il rapporto di Vale con Jeremy Burgess s’è guastato””

  1. Pepe scrive:

    Finalmente! Se la notizia è vera (e se lo dice il brusco ci crediamo tutti) Valerossi ha preso la decisione che ci aspettavamo tutti noi suoi tifosi da tempo. Qualcosa si è rotto nel rapporto tra i due: se un uomo schivo e lontano dai riflettori come Geremia, si mette a parlare con gli spagnoli e tira una stilettata al cuore di Valerossi, può mica pensare che il 46 se ne sta zitto e buono. O no? Burgess e Valentino a 20″ da Forcada e Lorenzo! Ma quando s’è mai vista una cosa del genere? Roba da bolliti! Valentino non lo è di certo, sull’australiano non ci metto la mano sul fuoco! Però questo Brusco deve avere un bel po’ di gole profonde lassù a Tavullia! Proprio vero: le notizie prima passano da lui. Bravo!

  2. JOE BAR scrive:

    Anche io mi sento di esclamare … FINALMENTE!!!
    Burgess è un grande e lo ha dimostrato in tutti i suoi anni di militanza nella massima categoria al fianco di blasonati campioni. Punto.
    Ma il tempo passa per tutti e forse l’idea di avere nuove energie e nuovi stimoli all’interno del box potrebbe aiutare il campione di Tavullia a trovare qualche motivazione in più per avvicinarsi a quei piloti che attualmente sembrano fare un altro mestiere.
    Forse il dottore ha deciso di fare del sano rinnovamento alla ricerca di una maggiore competitività. Del resto il prossimo anno non potrà fare a meno di dimostrare qualche cosa in più rispetto a quello che ha fatto vedere in questa stagione se vuole meritarsi il prolungamento del contratto con la casa dei 3 diapason.
    Attendo fiducioso ulteriori aggiornamenti sul caso …. naturalmente dal nostro BRUSCO.

  3. Max Tazzi scrive:

    Conoscendo un po’ il mondo delle corse, direi che ogni eccellenza ha comunque un suo naturale declino…. Probabilmente il sodalizio fra Valentino e Burgess e’ stato uno dei più longevi in assoluto, ma tutto ha una fine… Si sa quanto Vale sia suscettibile, ed un po’ proprio da questo ha costruito i suoi successi ( ricordate le affermazioni Honda che lo fecero passare in Yamaha..), mettiamoci anche che il biennio Ducati non ha aiutato ( bacchette magiche sparite..) e forse la notizia ha il suo fondamento….
    Non ricordo a memoria che Bruscolini abbia preso mai grosse cantonate, anzi, neanche piccole, salvo che poi il protagonista non cambiasse idea….di suo… Quindi, la fonte e’ eccezionalmente affidabile.
    Direi che ci sta…e magari chissà, potrebbe essere un bene per tutti… stiamo a vedere…

  4. Simone scrive:

    Bisogna riconoscere il valore di una carriera lunga e vittoriosa come quella di Jeremy Burgess, ma purtroppo il moto delle moto oggi è molto diverso. Forse Jerry è più l’uomo giusto per interpretarlo al meglio.
    In un certo senso Vale aveva anticipato qualcosa nei giorni scorsi, parlando dell’importanza dell’elettronica, perché credo che sia proprio lì che la squadra Rossi/Burgess in questo momento sia carente. In gamba come Forcada ce ne sono pochi in giro, ma se c’è una persona all’altezza, potrebbe essere una bella sorpresa.

    Secondo voi potrebbe cambiare qualcosa già dai test di lunedì?

  5. massimo marini scrive:

    Forse non finirà così, forse troveranno un nuovo accordo, ma credo che Vale abbia il diritto e il dovere di provare a cambiare per provare a vincere di nuovo. Quest’ anno gli è mancato qualcosa, ma a tratti ha fatto sentire che la sua classe e le sue motivazioni rimangono immutate. In pochi hanno pensato durante la stagione a una flessione di Burgess o a suoi limiti rispetto alla nuova elettronica. Forse la risposta è proprio lì ; poi pensiamo all’ età che avanza in Valentino e non consideriamo quella di Jeremy ? Infine gli ultimi anni, sul piano personale, della sofferenza, possono aver segnato colui che resta uno dei più grandi capo tecnici della storia del motociclismo.

  6. luca scrive:

    dopo lo scoop di Vale in Yamaha e di Biaggi in Honda e lo scoop di Vale che lascia Ducati e ritorna in Yamaha questa è l’ultima “bomba” lanciata da Bruscolini sul mondo del moto gp! Complimeti!
    Che dire di Geremia Burgess:sottovalutare l’elettronica e comunque l’elemeno strumentale nelle moto oggigiorno è un errore!

  7. smanettone scrive:

    Caro Admin, non hai dovuto attendere molto per vedere, alle 17,20 Rossi ha confermeto la notizia.

Lascia un commento