Sicurezza, il sindaco precisa: “Frasi sul Prefetto estrapolate”

di 

7 novembre 2013

 Luca Ceriscioli*

 

 

PESARO – Estrapolando alcune frasi da un mio intervento in Consiglio comunale, dove si discutevano varie mozioni sul tema della sicurezza, mi si addebita una gratuita contrapposizione alle funzioni del Prefetto. Niente di più sbagliato.

 

Non riportando la parte iniziale dell’intervento, in cui si segnalava che Pesaro risulta essere tra le città più sicure d’Italia, riconoscevo il buon lavoro fatto dal Prefetto in termini di coordinamento e interscambio di informazioni tra istituzioni e mi ponevo l’obiettivo di mantenere le posizioni raggiunte, aumentando l’efficienza sulla sicurezza, soprattutto in un momento di crisi economica che richiede la massima attenzione e il massimo impegno.

 

Ciò che ho detto in Consiglio comunale, e ribadisco, è che è un errore del legislatore non fare un po’ di ordine sulle competenze e i ruoli, dove tutti fanno tutto, e nessuno ha precise responsabilità.

 

Sarebbe dunque meglio ridefinire le funzioni primarie di ogni organo istituzionale e di evitare di addossare in questo momento ai Comuni ulteriori responsabilità e prerogative che al momento l’ordinamento non prevede.

 

Ribadisco che nel Comitato provinciale dell’ordine e della sicurezza pubblica, costantemente attivo, il nostro Comune svolge un forte ruolo collaborativo.

 

Questo è motivo di grande soddisfazione, anche se, sottolineo nuovamente, non può il Comune, pur facendo molto in termini di controllo del territorio (24 telecamere già installate e altre in arrivo, tutte direttamente controllate dalle forze dell’ordine) assumersi ulteriori responsabilità sul tema sicurezza che richiede invece un lavoro congiunto in cui ognuno svolga al meglio le proprie funzioni.

 

 

*sindaco di Pesaro

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>