Bertini dopo il poker e il primato: “Importanti passi avanti nel gioco al centro, ma adesso subito concentrati su Perugia. Ringrazio i tifosi”

di 

10 novembre 2013

PESARO – Buona domenica, coach Bertini. Complimenti per il poker di vittorie e il primato solitario in classifica, che al contrario della scorsa settimana non può essere cancellato da chi gioca nel giorno festivo.

 

Bertini parla alle ragazze. Foto Danilo Billi

Bertini parla alle ragazze. Foto Danilo Billi

“Ce lo godiamo per qualche ora, perché da domani si deve ricominciare a lavorare bene in palestra visto che ci aspetta una partita molto complicata (sabato, ore 18,30, in casa con la Gecom Security Perugia; ndr)… Diciamo che siamo stati un pochino avvantaggiati dal calendario. Le altre hanno disputato già scontri diretti, mentre per Volley Pesaro il primo arriverà sabato. Mettendo più punti possibili in classifica, abbiamo fatto il nostro dovere. Significa che siamo partiti con il piede giusto, ma è ancora troppo presto per azzardare ipotesi sul futuro. Meglio stare con i piedi saldi a terra, umili, e lavorare con il massimo impegno in palestra”.

 

Ritorniamo al sabato sera nel palazzetto dello sport di Spinetoli. Avete dominato i primi due set, distraendovi nel terzo, chiudendo da grande squadra e concedendo davvero poco alle avversarie nel quarto parziale.

 

“Molto bene nei primi due set. Niente distrazioni nel terzo, brave le nostre avversarie che hanno rischiato di più, mettendoci in difficoltà. Abbiamo sofferto le loro soluzioni offensive, ma abbiamo reagito immediatamente con il servizio che ha messo sotto pressione Pagliare, che non riusciva a ricevere bene, con tanti errori diretti. Questo ci ha permesso di fare il nostro gioco, che diventa difficile da contrastare”.

 

Rispetto alle precedenti partite, ha registrato passi avanti?

 

“Sì, nel gioco con i centrali. Era un obiettivo che ci eravamo dati nelle precedenti settimane, era un gioco che volevamo migliorare, e l’abbiamo fatto. Molto bene sia Salvia sia Boriassi, con i primi tempi; meno con la fast, che a un certo punto abbiamo abbandonato, preferendo il primo tempo al centro sull’attacco a due, che ha dato fastidio alle nostre avversarie anche tatticamente. Brave le ragazze a cambiare in corsa e Carraro è stata molto lucida. Da questo punto di vista, importanti passi avanti…”.

 

E niente passi indietro…

 

“All’inizio, così così in difesa, dove dobbiamo fare qualcosa di più, ma nessun passo indietro. Anzi… Siamo migliorati a muro, prendendo meno mani fuori e facendo anche qualche muro punto con ragazze che stavano faticando in questo fondamentale, come Boriassi e Zuccarini, che sono state precise. Tra l’altro venivamo da una settimana complicata, con alcune giocatrici alle prese con problemi fisici: Fiesoli a una caviglia, Zuccarini a un ginocchio, Trinci alla schiena, Carraro a una mano, Gioia alla solita spalla infortunata nell’allenamento con Urbino, prima del via al campionato. Acciacchi dovuti solo alla sfortuna, non alla preparazione fisica o al lavoro tecnico in palestra. Sono cose che possono capitare, ma ne siamo usciti bene, vincendo in trasferta”.

 

Sabato prossimo il primo grande ostacolo della stagione, anche se in casa: Perugia. S’aspettava che le perugine vincessero nettamente la sfida all’ex capolista Casette d’Ete?

 

“Sinceramente, in maniera così netta no. E’ vero che Perugia ha già un ritmo campionato, avendo giocato partite importanti con Filottrano e Olbia, mentre Casette ha avuto un calendario più semplice, ma non m’aspettavo un 3-0; avrei pensato più a un 3-2. Invece il primo set non ha avuto storia; più combattuti gli altri due, ma, da quello che ho letto, con Perugia in controllo, sempre avanti con buoni margini. Resta che se Casette è una bella squadra, Perugia è forte in tutti i fondamentali, a partire da ricezione e difesa che le permettono di fare un gioco vario, con cinque buone attaccanti e l’alzatrice che spesso e volentieri fa punto. Le umbre sono imprevedibili e in casa hanno qualcosa in più, anche perché giocano al PalaEvangelisti, l’impianto che ha ospitato la serie A, un palasport molto grande dove le avversarie si trovano a disagio. Anche per questo motivo credo che non avranno problemi d’ambientamento a giocare a Campanara, come è accaduto ad altre squadre”.

 

Fra le centinaia di appassionati presenti a Spinetoli, anche una decina di pesaresi.

 

“Vorrei ringraziarli pubblicamente, non solo perché erano al seguito in trasferta, ma per la loro presenza costante. Si vedono anche agli allenamenti settimanali e questo ci fa molto piacere”.

 

Domenica sera era in programma solo la partita tra Lardini Filottrano e Valdarno Volley Figline. Ha vinto la squadra marchigiana 3-0 (25-11; 25-12; 25-13). Questa la nuova classifica:

 

Pesaro 11

 

Perugia, Casette d’Ete e Filottrano 9

 

Bastia Umbra e Olbia 8

 

Rieti 6

 

Figline Valdarno, Trevi e Todi 5

 

Firenze e Loreto 4

 

Pagliare1

 

Cagliari 0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>