A Sant’Ippolito e Serrungarina la memoria dei luoghi si rivive coi video realizzati dei giovani

di 

12 novembre 2013

La Macchina del TempoSANT’IPPOLITO – Le tecniche video, in mano ai ragazzi, possono trasformarsi in un ponte fra le generazioni e un valido strumento di valorizzazione delle memorie collettive del territorio. E’ con questo obiettivo che i ragazzi di Sant’Ippolito e Serrungarina, guidati dal regista e videomaker Massimiliano de Simone, hanno avviato “La Macchina del Tempo”, un lavoro imperniato su video interviste che rievocano antiche tradizioni, credenze e superstizioni popolari.

I giovani hanno incontrato i cittadini anziani dei rispettivi Comuni e hanno raccolto le loro memorie registrando le conversazioni che poi sono state montate per realizzare due video.

“Tra lume e scuro” prodotto dai ragazzi di Sant’Ippolito, rievoca superstizioni e credenze popolari, con interviste e piccole drammatizzazioni di alcune delle storie narrate.

“La mietitura” dei giovani di Serrungarina, raccoglie le narrazioni legate alla raccolta del grano, illustrando tecniche, fatiche e occasioni di incontro di quei lavori, ormai persi con la meccanizzazione agricola.

I due video saranno presentati domenica 17 novembre 2013 alle ore 16 alla BiblioS – Biblioteca di Sant’Ippolito, in viale Leopardi. Alla presentazione parteciperanno sia i giovani video maker che gli anziani intervistati, creando un insolito momento di scambio fra le generazioni.

Tags: , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>