Volley Pesaro, grande attesa per la sfida di sabato alla Gecom Security Perugia, una delle più accreditate alla promozione

di 

12 novembre 2013

PESARO – Non sarà una sfida al vertice di serie A1, ma è una partita che fin dal giorno dopo il turno precedente s’annuncia di grande interesse e – ci auguriamo – richiamo. Una bella presenza di pubblico sarebbe il giusto omaggio al lavoro di coach Matteo Bertini e delle sue ragazze, alla serietà della società – Volley Pesaro – che ha saputo coniugare le peculiarità della Snoopy e della Robur. E che nel palasport di Spinetoli, dove gioca le gara casalinghe Pagliare, ci fosse, sabato sera, con Barbara Rossi e Giancarlo Sorbini, anche Sandro Sardella, ovvero il dirigente che con Alberico Miniucchi ha portato avanti la storia della Robur, è un bel segnale.

La grinta di Cecato

La grinta di Giulia Cecato, ex Snoopy oggi guida della Gecom Security Perugia. Danilo Billi

Ora sarebbe importante la risposta del pubblico, dei pesaresi, e sono tanti, che amano la pallavolo, soprattutto al femminile.

Prima in classifica, con tre vittorie piene e una al tie-break, Volley Pesaro ospiterà la Gecom Security Perugia, che insegue a due lunghezze e sabato scorso ha bloccato la marcia dell’ex capolista Casette d’Ete.

A giudizio unanime degli esperti della pallavolo di serie B, ma anche degli addetti ai lavori, la squadra umbra sarebbe una delle favorita al successo finale nel girone B.

Andiamo a scoprirla, partendo dal suo ruolino di marcia nelle prime quattro giornate:

All’esordio ha passeggiato a Figline Valdarno, chiudendo 3-0 (21-25; 7-25; 15-25). La seconda giornata ha riservato più sofferenze: in casa con l’ottima Lardini Filottrano, seconda in classifica con le perugine e Casette, la Gecom Security ha vinto al 5° set. Aveva iniziato bene, portandosi sul 2-0 (25-17; 25-21), ma poi ha subito la reazione delle marchigiane (21-25; 14-25), arresesi solo (15-12) al tie-break. Lasciato un punto alla Lardini, Perugia ne ha persi de ad Olbia, dove – terza giornata – ha perso 3-2 dopo una partita fotocopia della precedente. Sotto di 2 set (25-22; 25-23) le ragazze di coach Bovari – molto stimato da Matteo Bertini – hanno reagito (22-25 e 14-25), ma hanno ceduto di misura: 15-13. Contro l’ex capolista Casette, Perugia ha iniziato benissimo (25-17), poi ha sofferto il ritorno delle elpidiensi, avanti anche 14-17. A quel punto, un muro dell’ex Snoopy, la jesina Giulia Cecato, alzatrice di 1,80, ha dato la scossa che ha elettrizzato l’esperta schiacciatrice Silvia Tosti. Perso a 23 il secondo set, Casette ha cercato l’allungo a inizio terzo (6-10), ma le cronache sportive umbre raccontano che la risposta di Jessica Puchaczewsky (opposti di 21 anni e 1,82 d’altezza) è stata prepotente. Agguantata la parità a 16, coach Bovari ha dato spazio anche al secondo libero, la 18enne Giorgia Chiavatti, che ha migliorato la ricezione e la difesa; fondamentali che hanno consentito a Perugia di chiudere 25-22 e quindi 3-0.

2 Commenti to “Volley Pesaro, grande attesa per la sfida di sabato alla Gecom Security Perugia, una delle più accreditate alla promozione”

  1. alessandro scrive:

    Per attirare più pubblico al Palacampanara bisognerebbe cambiare orario: le 18.30 del sabato – secondo me – penalizza le famiglie che al sabato pomeriggio vanno ai supermercati a fare la spesa per tutta la settimana. Visto che con Loreto e Pagliare in trasferta Volley Pesaro ha giocato alle 21.15 e 20.30 rispettivamente, non sarebbe il caso che i presidenti Barbara Rossi e Giancarlo Sorbini si attivassero per far spostare l’orario del sabato alle 20.30 o giù di lì, o magari pretendere qualche gara casalinga alla domenica pomeriggio come avviene regolarmente per alcune alte società dello stesso girone C ?

  2. francesco scrive:

    basta chiedere alla federazione ed all’ altra squadra

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>