Swk, i sindacati ottengono due anni di Cassa integrazione per i 34 dipendenti

di 

13 novembre 2013

FANO – Quando un’azienda chiude e licenzia i suoi dipendenti è sempre un dramma. Sempre e soprattutto in una fase di recessione dove trovare un altro lavoro è quasi impossibile. Tuttavia, quando i sindacati riescono a garantire attraverso la negoziazione buone garanzie per i lavoratori, si può anche tirare un sospiro di sollievo.

E’ il caso dell’azienda Swk di Fano, produttrice di utilinserie meccaniche, e dei suoi 34 dipendenti. In tarda mattinata, i sindacati Fiom Cgil, Fiom Cisl e azienda, nella sede della Confindustria di Pesaro, hanno sottoscritto un accordo che i lavoratori avevano votato all’unanimità.

Dopo 10 ore di trattativa (era cominciata ieri) si è deciso che ai dipendenti sarà garantita la Cassa integrazione straordinaria per due anni, che i lavoratori frequenteranno corsi di formazione professionale finalizzati alla ricollocazione professionale nel territorio (in accordo con le istituzioni locali) e sono state introdotte forme di mobilità con indennità cospicue.

“Nonostante l’amarezza per la chiusura dello stabilimento – commenta Cinzia Massetti della segreteria provinciale Fiom – possiamo ritenerci soddisfatti perché abbiamo ottenuto tutto quanto i lavoratori ci avevano chiesto e per questo ci hanno riconosciuto la capacità di essere riusciti a tutelare e salvaguardare le loro istanze”.

Tags: , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>