Capitale europea della Cultura 2019: Urbino non passa la preselezione

di 

15 novembre 2013

URBINO – La giuria europea, presieduta da Steve Green e composta da membri italiani e stranieri, scelti e concordati con la Commissione Europea, al termine delle audizioni, quale momento conclusivo della valutazione intrapresa dopo il 20 settembre 2013, data ultima di consegna dei dossier di candidatura, ha annunciato la redazione di un testo di preselezione delle città che concorreranno all’ultima fase dell’Azione comunitaria “Capitale Europea della Cultura”.

Le città sono Cagliari, Lecce, Matera, Perugia-Assisi, Ravenna e Siena.

La giuria tornerà a riunirsi nell’ultimo trimestre del 2014, per valutare i progetti modificati delle città preselezionate, sulla base delle raccomandazioni che saranno formulate dalla giuria stessa.

Annuncio elenco città inserite nella lista di preselezione

A conclusione dei lavori inerenti all’incontro di pre-selezione delle città italiane candidate al titolo di Capitale Europea della Cultura, tenuti presso la Sala del Consiglio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo dall’11 al 15 novembre 2013, si annuncia pubblicamente che le città preselezionate sono: Cagliari, Lecce, Matera, Perugia, Ravenna, Siena.

Assieme a Urbino, vengono escluse Aosta, Bergamo, Caserta, L’Aquila, Mantova, Palermo, Pisa, Reggio Calabria, Siracusa, Taranto, Torino e Venice.

Elenco dei giurati

Manfred Gaulhofer – Austria
Steve Green – Regno Unito
Jeremy Isaacs – Regno Unito
Jordi Pardo – Spagna
Elisabeth Vitouch – Austria
Anu Kivilo – Estonia
Norbert Riedl – Austria
Lorenza Bolelli – Italia
Gerardo Casale – Italia
Paolo Dalla Sega – Italia
Emma Giammattei – Italia
Alessandro Hinna – Italia
Francesco Manacorda – Italia

Tags: , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>