Matteo Bertini: “Perugia forte ed esperta, ma Volley Pesaro arriva bene a una partita importante”

di 

15 novembre 2013

PESARO – Gocce di pioggia sul PalaSnoopy. Altre gocce all’interno: sono di sudore, il segno della fatica quotidiana di tutte le squadre, di tutte le ragazze e degli staff tecnici, sanitari e dirigenziali che lavorano nel gioiello di Villa Fastiggi.

Escono dal campo – sorridenti – le ragazze della serie B1, del Volley Pesaro, entrano le giovani colleghe dell’Under 16, impegnate in una partita di campionato. Mancano poco meno di 48 ore alla sfida con Perugia, molto attesa per mille motivi.

Bertini,Volley Pesaro

Bertini,Volley Pesaro

Coach Bertini ha appena salutato le ragazze dopo l’allenamento del giovedì sera. La scorsa settimana tanti acciacchi: questa?
“Abbiamo recuperato quasi tutte e arriviamo bene a una partita importante. Anche oggi si è lavorato tanto, il migliore allenamento della settimana, che era iniziata lentamente. Adesso stiamo ingranando e non possiamo che essere soddisfatti…”.

Perugia rappresenta il primo vero ostacolo. Osservando le cifre prodotte finora dalla squadra umbra (anche se mancano le statistiche complessive del campionato, ed è un peccato), è sembrato di capire che la squadra allenata da Bovari concede poco alle avversarie,  costringendole a sbagliare tanto.
“Sono molto brave a mettere in difficoltà le avversarie. Difendono tanto e costringono a cambiare il gioco, le abitudini e di conseguenza obbligano all’errore. Al contrario, loro non perdono la pazienza e sbagliano realmente poco, non più di 3-4 errori a set, tra battute, attacchi e ricezioni. Una squadra completa, costante, senza cali di tensione. Ho visto solo un set in cui hanno gettato la spugna. Bisognerà tenere un livello di gioco molto alto, per tutto l’incontro, se vogliamo strappare qualche punto e vincere”. Per gli amanti dei numeri, Perugia ha vinto due volte 3-0 (a Figline Valdarno e con Casette d’Ete) e una al tie-break (con Filottrano). L’altra volta che è andata al quinto set, ha perso ad Olbia. Solo con Filottrano ha perso un set (a 14) senza lottare. In tutti gli altri – ovviamente esclusi i due tie-break – non ha realizzato mai meno di 21 punti.

Delle vostre prossime avversarie colpisce un particolare: tra ace e battute sbagliate la differenza è insignificante (20 a 22). Sono così brave oppure non forzano il servizio e vanno sul sicuro?
“Probabilmente, il fatto che difendano tanto, regala loro grande sicurezza e quindi rischiano meno. Non cercano il punto, preferiscono battute tattiche. Attenzione, però, perché bisognerà essere brave perché i loro servizi non sono così semplici. Servirà qualità in ricezione per mettere in difficoltà il loro muro-difesa, dove eccellono. Al contrario, in questo fondamentale, noi sbagliamo tanto, ma ci prendiamo anche molti punti. Con Pagliare, 15 servizi vincenti, contro 16 errori. Rischiamo, ma facciamo punto e quindi sono rischi calcolati”.

A proposito di ricezione: la sensazione è che dobbiate migliorare.
“Possiamo fare meglio, ma per la media della B1 non siamo su brutti livelli. Dobbiamo migliorare nella ricerca della palla perfetta perché ci aiuta a giocare di più con le centrali e ad essere imprevedibili. Quando ci riusciamo, le centrali hanno buoni numeri. E’ un gioco che può darci soddisfazioni e liberare i laterali”.

Contro Pagliare, la risposta di Boriassi e Salvia, le due centrali, è stata positiva. Sabato, però, troveranno una coppia di sorelle, Cristina e Corinna Cruciani, niente male.
“Sono forti ed esperte. Giocano da anni in B1, hanno vinto campionati e sanno come affrontare queste partite. Dovremo essere bravi a sfruttare le nostre qualità, che ci sono anche con i centrali”.

Da inizio stagione abbiamo intervistato Fiesoli, Carraro, Zuccarini e Salvia. Tutte hanno sottolineato il piacere di giocare a Pesaro, di lavorare con lei, di fare parte di questa società. Tutte hanno raccontato che, pure essendo una squadra nuova, si è formato subito un bel gruppo.
“Parole che ci ripagano. Ogni volta che leggo le loro interviste, mi fa molto piacere. Per quanto riguarda la società, non avevo alcun dubbio, perché so bene come si sta qui. Il gruppo è tutto farina del loro sacco. Se stanno bene insieme è perché sono brave ragazze che si rispettano, si stimano. In allenamento lavorano duro, si spronano, senza beccarsi. Lo fanno in modo positivo, con entusiasmo. Proprio oggi – conclude Bertini – dopo avere faticato alla ripresa di martedì ed essere cresciute mercoledì, le ho viste cariche, entusiaste. Puoi farlo se c’è un bel gruppo, se stai bene insieme”.

Volley Pesaro – Gecom Security Perugia è in programma sabato 16 novembre, alle ore 18,30, a Campanara.

Tags: , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>