Da Banca dell’Adriatico 20 milioni per i danni causati dalle alluvioni di Marche e Abruzzo

di 

16 novembre 2013

PESARO Banca dell’Adriatico ha stanziato un plafond di 20 milioni di euro per finanziamenti a condizioni particolari destinati alle imprese, agli agricoltori, ai piccoli artigiani e commercianti e alle famiglie marchigiane ed abruzzesi che hanno subito danni a causa degli eventi alluvionali causati dal maltempo dei giorni scorsi.

Il plafond è destinato a finanziamenti a medio lungo termine per il ripristino di strutture danneggiate (abitazioni, capannoni, immobili ad uso agricolo, negozi e uffici), nonché di beni materiali. L’iniziativa è rivolta a tutti i comuni delle Marche ed Abruzzo colpiti dalla forte perturbazione.

Oltre ad un’agevolazione sulle condizioni economiche, i finanziamenti saranno attivati con un iter preferenziale e semplificato, in modo da accelerare i tempi di risposta.

Banca dell’Adriatico è presente nelle Marche ed Abruzzo con 200 filiali, di cui 15 con orario esteso aperte ogni giorno fino alle 20 ed anche il sabato mattina, completamente a disposizione della clientela per fornire informazioni e assistenza sui servizi a disposizione.

Roberto Dal Mas

Roberto Dal Mas (Intesa San Paolo)

“Vogliamo essere da subito e velocemente al fianco delle famiglie, degli imprenditori ed in particolare degli agricoltori – dichiara Roberto Dal Mas, direttore generale della banca –sostenendoli finanziariamente in questo momento particolare e dando un contributo operativo per affrontare le attuali difficoltà”.

“Con questa iniziativa – ha aggiunto Dal Mas – Banca dell’Adriatico vuole sostenere in maniera concreta le realtà produttive e sociali del territorio che purtroppo hanno subito gravi danni a causa delle recenti avversità atmosferiche”.

Tags: , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>