Eccellenza Marche, tanto di Cabello: Vismara-Grottammare 1-0, terza vittoria consecutiva

di 

17 novembre 2013

VISMARA – GROTTAMMARE 1-0

 

VISMARA: 4-3-3 Gerbino 6; Biagini 6, Ruggeri 6, Bellucci 6,5, Gentili 6; Bartoli 6, Vaierani 6, Velija 6 ( 17° st. Pensalfine 6 ); Cossa 6 ( 39° st. Barbieri ng), Cabello 6,5, Zonghetti 6.

All. Scardovi. A disp. Konchenkov, Meglio, Rossini, Liera, Tebaldi.

GROTTAMMARE: 4-3-3 Ripa 5; Egidi 6, Monaco 6, Spinelli 6, Gibbs 6,5; Calvaresi 6, Ferrara 6 (19° Giallonardo 6), Berardini 6; Marozzi 6,5( 24° st. Monaco di Monaco 6), De Cesare 6, D’Ippolito 6( 16° pt. Fava 6).

All.Zaini A Disp. La Grassa A., La Grassa F., Cameli M., Luzi.

Arbitro: Alessio D’Amato di Siena

Espulso Ripa. Ammoniti: Biagini, Velija, Gentili, Monaco di Monaco.

Rete: 20′ st. Cabello.

Cabello

Il gol di Cabello su punizione contro il Grottammare

MONTECCHIO – Un cinico Vismara battendo con un risultato di misura il Grottammare, cala il tris di vittorie e si porta fuori dalla zona calda della classifica, con gli ospiti che hanno giocato per circa ottanta minuti in dieci uomini, per l’espulsione del suo estremo difensore Ripa, per fallo da ultimo uomo. I ragazzi di mister Scardovi, a dispetto della prolungata superiorità numerica non si sono resi brillanti, anzi si sono mostrati impacciati, nel costruire gioco dando possibilità a Grottammare di difendersi con un certo ordine e solamente in poche occasioni hanno rischiato di capitolare su azioni avversarie, difatti i pesaresi hanno portato a casa l’intera posta su calcio piazzato del solito Cabello.

La cronaca non è stata particolarmente ricca di episodi, con la parte iniziale che lasciava presagire una gara piacevole, ma al 15° avviene l’episodio che ha forse condizionato la gara, con Zonghetti che si invola verso la porta avversaria su perfetto lancio di Cabello, ma Ripa esce e lo atterra appena fuori area, con l’arbitro che decreta l’espulsione per fallo da ultimo uomo. Mister Zaini fa uscire D’Ippolito sostituendolo con il portiere di riserva Fava. La successiva punizione viene calciata da Cabello sulla Barriera. Passano circa dieci minuti e Cossa calciando, appena entrato in area, colpisce la traversa con Fava battuto. Nell’azione successiva Marozzi, dopo aver dribblato un paio di avversari solo davanti a Gerbino, non prende la porta.

Solamente al 39° il Grottammare con Marozzi, impegna per la prima volta l’estremo difensore del Vismara. A due minuti dalla fine del primo tempo occasionissima per i pesaresi con Zonghetti che, liberato in area da Cossa sbaglia clamorosamente davanti a Fava, la palla del possibile vantaggio.

Primi venti minuti della ripresa con le due squadre che giocano prevalentemente a centrocampo, senza che i padroni di casa riescano a imbastire azioni degne di cronaca. Da segnalare solo un pericoloso tiro in porta di Cabello, deviato in corner da Fava e per gli ospiti un tiro di poco fuori di Marozzi. Poi arriva l’episodio che cambia la partita, con Cabello che calcia in rete una punizione dal limite, permettendo al Vismara di cogliere l’intera posta. Fino al termine del match, nulla più che un tiro di Pensalfine deviato da Fava ed un colpo di testa di Monaco di Monaco per il Grottammare.

 

Mister Zaini: Partita nata storta e finita peggio.

Oggi pensavo di portare a casa almeno un pareggio, ma dovendo giocare la partita per circa ottanta minuti in dieci, ritengo che i miei ragazzi hanno fatto qualcosa di strepitoso, sotto l’aspetto fisico, atletico e tecnico, perdendo di misura con avversari che hanno fatto appena due tiri in porta.

Mister Scardovi: Risultato soddisfacente, ma ottenuto con scarsa lucidità in campo.

Sapevamo di affrontare un’ottima squadra e nei primi venti minuti abbiamo fatto bene, poi quando sono rimasti in inferiorità numerica, abbiamo avuto fretta di fare risultato, mostrando poca lucidità, nelle occasioni avute. Abbiamo portato a casa il risultato che volevamo, consapevoli di dover migliorare qualcosa.

Si ringrazia Antonio Cardinali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>