L’Alma esulta, Clemente e Nodari (con gol da scorpione): “Volevamo a tutti costi vincere”

di 

18 novembre 2013

FANO – Il Fano esulta per la seconda vittoria casalinga, ottenuta contro l’Agnonese dopo 90 minuti ricchi di emozioni. Tre punti meritati per la squadra granata, anche se nel finale l’Agnonese ha approfittato di un calo dei locali per mettere paura a Ginestra. Nel recupero due volte Morante, solo davanti la porta, ha fallito il gol del pareggio che sarebbe stato, comunque, immeritato alla luce dei valori emersi sul rettangolo verde.

Nodari, Alma Juventus Fano

Nodari, Alma Juventus Fano

Protagonista della vittoria il difensore Nodari che ha realizzato il gol vittoria con una splendida acrobazia.

 

“Prima ho colpito di testa – asserisce il giocatore ex Spal – ed il portiere ha fatto una grande parata, successivamente mi sono trovato la palla dietro e l’ho calciata di tacco con una specie di scorpione. Fortunatamente è entrata, perché erano un po’ di partite che andavo vicino al gol senza riuscirci”.

Il paradosso di questo partita è che doveva finire 4 a 0 ed invece ha rischiato di finire in pareggio, Nodari su questo spiega: “Quando non chiudi sfide come queste, c’è il rischio, con il passare del tempo, di avere paura di vincere. Abbiamo fatto 80 minuti da applausi, poi sul finire abbiamo sofferto troppo le loro azioni. A mio avviso ha inciso, pure, l’operato dell’arbitro che, ad un certo punto, non ha più fischiato a nostro favore, costringendoci a rimanere schiacciati nella nostra metà campo. Comunque va bene così, ora guardiamo con fiducia ai prossimi impegni”.

Oltre a Nodari, anche il terzino Clemente ha fornito una buona prestazione: il giovane di scuola granata afferma: “Sono contento di portare a casa questa vittoria che dà morale e serenità. Per la prima volta siamo riusciti ad allungare la striscia positiva a 3 partite, questo vuol dire che siamo sulla buona strada”.

Clemente, Fano

Clemente, Fano

Clemente dopo 5 minuti nella ripresa, su assist di Lunardini, ha avuto una grande occasione, ma il suo tiro è uscito approssimativo. “Se la palla fosse entrata sarebbe stato davvero bello, però non sono riuscito a colpire bene la sfera, poiché ero ostacolato da un difensore che non mi ha dato il tempo di poter prendere la mira. Quello che conta è il risultato, quindi possiamo essere soddisfatti, da martedì ci concentreremo sul Bojano, dato che vogliamo risalire la classifica”.

Per vedere il tabellino di Fano-Agnonese clicca qui

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>