Cerca di eludere le casse l’Iper Rossini scambiando vestiti con scontrini del reparto frutta. Una volta scoperta ferisce una dipendente

di 

21 novembre 2013

PESARO – In tempi di crisi ci si inventa di tutto. Lei è andato oltre. All’Iper Rossini scambiava gli scontrini del reparto di ortofrutta per far passare alla cassa diversi capi di abbigliamento. Così, una maglia diventata una cipolla e un jeans una bietola. La scena, però, non è passata inosservata a uno dei sorveglianti. Così, una donna cingalese di 40 anni, con il carrello pieno, è stata fermata dopo aver pagato 10 euro (con tanto di resto) un carrello con diversi vestiti. Non solo: la cingalese ha reagito, tentando la fuga, facendo cadere a terra una dipendente dell’Iper che ha riportato la frattura del piede. Sgomento tra i clienti e tra gli stessi dipendenti. I carabinieri di B.S. Maria hanno poi messo fine a tutto: per la donna ora c’è l’accusa di rapina impropria.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>