Chef in the City, la finale sarà tutta al maschile

di 

21 novembre 2013

FANO – Così come successo nella semifinale di martedì 19 novembre al ristorante Il Galeone tra Antonino Palella e Chiara Tonucci, anche ieri sera a decidere la sfida tra Cristiana Francolini e Luigi Orsini sono stati solo 3 punti di differenza. Una differenza che ha premiato il chirurgo odontoiatra Orsini che ha dovuto sudare le classiche sette camicie per battere la “collega” strumentista di sala operatoria.

A premiare l’antipasto “Pollo e patate” di Orsini è stata la scelta degli ingredienti e l’abbinamento dei sapori mentre Cristiana Francolini con i suoi “Medaglioni del fattore con peperoni della moglie” ha colpito per presentazione (la portata è stata servita con candele e sottofondo musicale) e originalità (la presenza della zucca). La differenza minima dimostra comunque l’elevato livello dei concorrenti in gara tanto che la giuria tecnica ha premiato quasi allo stesso modo i due aspiranti chef. Nel tavolo degli esperti si sono seduti Gianalberto Muraro dell’Accademia Italiana della Cucina, la food blogger di “Giallo Zafferano” Lucia Gabbianelli, la giornalista de Il Messaggero Elisabetta Marsigli, Stefano Cordella e Sara Parroni dell’azienda chebolletta. I “tecnici” hanno premiato con 134 voti Orsini e 130 Francolini mentre la giuria popolare ha regalato 160 preferenze a Francolini e 159 ad Orsini.

Anche ieri sono stati estratti a sorte alcuni premi. Barbara Pucci, Barbara Melani, Ramona Neri e Marco Ferri si sono aggiudicati una pentola Flonal Spa mentre Elena Bugiordi e Ferdinando Giuliano hanno vinto una confezione di vini Conti di Buscareto. Il massaggio offerto dal centro di bellezza Baccarà è andato a Valeria Cazzola.

“Abbiamo assaporato due piatti davvero di grande qualità – ha commentato l’accademico Muraro – ed entrambi avrebbero meritato di procedere nella sfida. Siamo stati costretti a cercare differenze davvero impercettibili ma sia l’antipasto sia il secondo potrebbero essere inseriti nei menù di qualsiasi ristorante. Mi piace poi sottolineare come questa iniziativa sia riuscita nell’intento di far lavorare i ristoranti nei giorni più critici, come il martedì e il mercoledì, riempiendoli in ogni ordine di posto”.

Due mesi gratis di luce o gas (lo sconto è sulla quota consumo) sono stati garantiti a tutti coloro che hanno scelto chebolletta come player energetico, mentre Arredare la Tavola regalerà un Lotus grill per il secondo classificato. Chef in the City è stato organizzato anche con il contributo di Habitat Zauli, L’Angolo della Luna, alimentari pasta fresca Donini Maria Cristina.

Ora l’appuntamento è con la finalissima di giovedì 28 novembre al ristorante “La Taverna dei Pescatori” dove si sfideranno Luigi Orsini, che presenterà un antipasto e Antonino Palella, che invece cucinerà un secondo.

Informazioni e regolamento sulla pagina fan di Facebook “Chef in the City” e al numero di telefono 0721.803497.

 

LE FOTO

Tags: , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>