Mangialardi, presidente Anci Marche ad Acqualagna: “Alla politica chiediamo di non rinviare le scelte”

di 

21 novembre 2013

ACQUALAGNA – L’incertezza normativa condiziona la vita dei cittadini ed il futuro dei Comuni e, intorno all’Anci, tutti i sindaci devono fare quadrato ripartendo dai risultati dell’Assemblea Nazionale di Firenze.

Questo in sintesi il messaggio emerso dalla 2′ tappa del consiglio direttivo itinerante di Anci Marche che dopo Treia ha fatto tappa ad Acqualagna e che continuerà a toccare nei prossimi mesi altri comuni della nostra regione. “Il sindaco è sempre più solo schiacciato tra le legittime necessità di servizi dei cittadini e le incertezze che derivano dall’attesa che il Governo tramuti in atti formali le promesse fatte.”

Pierotti e Mangialardi

Pierotti e Mangialardi

Così Maurizio Mangialardi, presidente di Anci Marche, ha aperto il direttivo dopo i saluti di Andrea Pierotti, sindaco di Acqualagna che ha ospitato l’incontro. Alla presenza anche dei primi cittadini di molti dei comuni limitrofi tra cui Urbino, il presidente Mangialardi ha ribadito il rammarico per l’esclusione della stessa Urbino dalla contesa per essere capitale europea della cultura 2019 e l’incomprensibilità della decisione assunto. Il presente ed il futuro della ex Tares oggi Tuc, è stato argomento ancora una volta al centro della discussione.. “Attendiamo certezze – ha aggiunto Mangialardi – oppure i sindaci, da nord a sud ed indipendentemente dal colore politico, assumeranno posizioni molto decise.” Inoltre si è parlato della Proposta Legge sul governo del territorio con la relazione di Marinella Topi ed il direttivo ha ascoltato la relazione di Pierpaolo Tiberi del Dipartimento della Protezione Civile regionale che illustrato i risultati degli studi di Microzonazione Sismica.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>