109 secondi di silenzio assordante per le vittime di femminicidio

di 

23 novembre 2013

PESARO – In occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, l’associazione “Percorso Donna”, con il patrocinio della Provincia e l’adesione del Comune di Pesaro, della sezione “Terziario Donna” della Confcommercio, del “Comitato Impresa donna” della Cna e di altre associazioni, propone per lunedì 25 novembre, alle ore 10, l’iniziativa “Un silenzio assordante”: 109 secondi di silenzio in tutta la città, nelle sedi istituzionali e nelle scuole medie e superiori, in ricordo delle 109 vittime di femminicidio da gennaio ad ottobre 2013. Un flash mob al quale tutti i pesaresi sono invitati a partecipare, interrompendo le proprie attività e restando in silenzio.

 

“Abbiamo scelto il silenzio – spiega l’associazione ‘Percorso Donna’, che conta una trentina di associate appartenenti a diverse categorie professionali – perché di femminicidio si parla molto ma si parla male, soprattutto in modo sensazionalistico e patetico, senza approfondire le dinamiche che sottendono la violenza e senza contribuire in modo concreto e radicale a contrastare il fenomeno. Così, dopo le grida delle vittime resta solo il silenzio, nel momento esatto che segue la loro morte. Quello che proponiamo per lunedì 25 è dunque un assordante silenzio di 109 secondi, che faccia spazio nella mente a pensieri e riflessioni importanti sulle cause profonde della violenza”. La scelta del flash mob rafforzerà il messaggio. “Un gesto compiuto da tante persone nello stesso momento funge da cassa di risonanza e rompe la quotidianità, aprendo una finestra su un altro mondo. Abbiamo coinvolto le scuole perché la prevenzione deve partire dalle nuove generazioni, lavorando con i giovani per strutturare una nuova consapevolezza”.

 

“In Provincia – evidenzia l’assessore alle Pari opportunità Daniela Ciaroni – abbiamo invitato i dipendenti a condividere questo momento tutti insieme lunedì nella sala del consiglio provinciale. Crediamo si debbano mettere in campo sempre più azioni di sensibilizzazione e prevenzione. Per questo abbiamo sostenuto l’iniziativa di ‘Percorso Donna’, che fin dall’inizio ha partecipato alla nascita del Centro antiviolenza provinciale ‘Parla con noi’”.

 

ANCHE LA CNA ADERISCE

 

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, Percorso donna, con il Patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino, propone a Pesaro “Un silenzio assordante”: 109 secondi di silenzio in tutta la città e in tutte le sedi istituzionali in ricordo delle 109 vittime di femminicidio da gennaio 2013 ad oggi.

All’iniziativa ha deciso di aderire anche la CNA di Pesaro e Urbino ed in particolare Impresa Donna CNA rispettando le modalità previste dagli organizzatori.

 

COME

109 secondi di silenzio, che dovranno essere osservati dalla città, dalle sedi istituzionali e soprattutto dalle scuole medie e superiori, in cui gli alunni nello stesso momento, contemporaneamente al resto della città, dovranno interrompere le attività e restare in silenzio in ricordo delle vittime.
Una città in silenzio. Sarà un assordante silenzio.

 

PERCHE’ IL SILENZIO

Perché di femminicidio si parla molto ma si parla male, per lo più in modo sensazionalistico e patetico senza approfondire le dinamiche della discriminazione di genere che sottendono la violenza e senza contribuire in modo concreto e radicale al contrasto fenomeno. Così, dopo le grida delle vittime resta solo il silenzio, nel momento esatto che segue la loro morte.
109 secondi sono lunghi e noi crediamo che il SILENZIO possa aprire le porte a parole più consapevoli, facendo spazio nella mente, lasciando il posto a pensieri e riflessioni importanti sulle cause profonde della violenza.

Tags: , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>