“Valore Donna International”, al Teatro Rossini di Pesaro si premiano 7 imprenditrici tenaci e innovative

di 

26 novembre 2013

PESARO – Un riconoscimento al dinamismo, alla forza, alla tenacia, all’innovazione, alla volontà di investire in tecnologia, guardando oltre i confini locali e nazionali per conquistare  la fiducia dei paesi stranieri e crearsi importanti “nicchie” di mercato. E’ questo il significato del “Premio Valore Donna International”, attribuito ogni anno dal Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Pesaro e Urbino a quelle imprenditrici che si sono distinte per la loro attività, in particolare sul versante dell’internazionalizzazione.

Giovedì 28 novembre, alle ore 18, al Teatro Rossini (Sala della Repubblica), saranno sette le imprenditrici a ricevere il premio, in una cerimonia aperta a tutta la cittadinanza: Chiara Andreani della “Nuova Tcm srl” di Gradara (subforniture meccaniche) segnalata da Confindustria; Tanya Battistoni di “Battistoni Sas” di Pesaro (fashion style di moda e accessori “made in Marche”) segnalata da Cna; Francesca Brambilla di “Verniciatura industriale Pesarese srl” di Pesaro segnalata da Api; Maria Cristina Camponi di “Camponi atelier” di Pesaro (tessuti, oggetti e prodotti di alto artigianato artistico) segnalata da Confartigianato; Giorgia Fratesi di Nila & Nila di Pesaro (marchio di calzature e accessori diffuso in tutto il mondo) segnalata da Confconmmercio; Carmela Loredana Gatt di M.G.&G. di Pesaro (studio legale che assiste le aziende nel percorso dell’internazionalizzazione) segnalata da Aidda e Lidia Zucchi di “Chiccoteca” Pesaro (che ha fatto del biologico e vegetariano il suo segno distintivo, attraverso ristorante, pizzeria ed erboristeria) segnalata da Confesercenti. A consegnare i riconoscimenti saranno il presidente della Camera di Commercio Alberto Drudi e la presidente del Comitato imprenditoria femminile di Pesaro e Urbino Sabina Cardinali.

“Nella nostra provincia – evidenzia Sabina Cardinali – sono 8.638 le imprese femminili (dati Unioncamere al 30 settembre 2013), che rappresentano il 23,4% del totale, in linea con la percentuale nazionale. Si tratta di imprese ‘giovani’, dinamiche e soprattutto stabili. Quanto ai settori, prevalgono agricoltura, servizi turistici (alloggio, ristorazione) e commercio. Nella maggior parte dei casi sono imprese individuali, seguite da società di persone e di capitali. Questo aspetto, che riflette le specificità e le problematiche delle imprese femminili in Italia, è ancora più evidente nelle Marche dove il tessuto economico è formato da piccole e piccolissime aziende. Eppure le imprese femminili, spesso piccole e fragili, sono sempre più internazionali. Le premiate rappresentano un esempio di donne che, con la loro personalità e tenacia, hanno coronato un sogno realizzando attività di successo”.

L’iniziativa di giovedì, a cui aderisce l’assessorato alle Pari opportunità della Provincia, acquista ancora più valore perché inserita in una giornata particolare, dove sempre al Teatro Rossini si svolgerà alle ore 21 lo spettacolo teatrale “Ferite a morte” di Serena Dandini, contro la violenza sulle donne, appuntamento a cui anche il Comitato per l’imprenditoria femminile ha dato il proprio sostegno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>