Ravern Johnson è arrivato a Pesaro ed è andato subito a pranzo con lo staff della Vuelle. Alle ore 18,30 presentazione del giocatore

di 

27 novembre 2013

PESARO – E’ arrivato, finalmente, il giocatore che mancava alla Victoria Libertas. La speranza è che non sia soltanto il numero da aggiungere al roster, striminzito dopo i guai di Traini e Prowell e l’insufficienza tecnica di Hamilton.

 

Ravern Johnson è sbarcato stamattina, alle 7,50 italiane all’aeroporto londinese di Heathrow. Una breve attesa, poi si è sistemato nell’Airbus A319 della British Airways che è decollato con 28 minuti di ritardo, ma è atterrato allo scalo bolognese solo 19 minuti dopo l’orario previsto, le 11,50. A Borgo Panigale l’attendeva Marcello Severi, da tre decenni preziosissimo collaboratore della Vuelle. E’ lui l’uomo che ha risolto tanti piccoli grandi problemi, soprattutto quelli creati da mogli bizzose di giocatori importanti, e per questo incidendo positivamente nei risultati della Scavolini.

 

Lorenzo Scatigna e Ravern Johnson davanti al Comnsolato italiano di Miami

Lorenzo Scatigna e Ravern Johnson davanti al Comnsolato italiano di Miami

Severi ha accompagnato Johnson a Pesaro. L’americano è andato a pranzo con lo staff tecnico e dirigenziale. Una prima importante presa di contatto, in vista del tour de force – tra visite mediche e impegni burocratici – che attende l’americano. La speranza è che Johnson entri subito in sintonia con il cibo italiano, magari per avere più energia (se preferite, chilogrammi) nei duri scontri che l’attendono.

 

Alle ore 18,30, all’Hotel Flaminio, presentazione ufficiale del giocatore alla stampa e ai tifosi.

 

Ricordiamo che, grazie all’amico Lorenzo Scatigna, già ieri mattina, pu24.it ha pubblicato – in esclusiva – una lunga intervista al nuovo americano della V.L.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>