Valentino Rossi stasera su Italia 1 spiega il suo futuro: “Se non sarò con i primi a fine stagione mi ritiro”

di 

27 novembre 2013

Stasera a mezzanotte Mediaset chiuderà alla grande la sua avventura nel Motomondiale, uno sport mediaticamente cresciuto tantissimo anche e soprattutto grazie alla copertura delle reti Fininvest e di Italia 1 principalmente. Dal prossimo anno, forse non ci metteremo in piedi sul divano, non scateneremo più l’inferno e non sentiremo più il celeberrimo “c’è” urlato alla fine di ogni gara della MotoGp e abbinato al vincitore di turno. Il grande circo trasloca sulle reti Sky e c’è da credere che anche nelle moto avremo tutto quel proliferare di immagini e dati tecnici che hanno fatto il loro ingresso quest’anno nella Formula 1. Più tecnica e meno calore? Temiamo di sì, anche se accanto ai nomi ufficiali di Loris Capirossi e Mauro Sanchini si fa sempre più insistente la voce dell’arrivo di Guido Meda da Mediaset come commentatore principale e allora le emozioni non mancheranno. Staremo a vedere.

Rossi stasera su Italia 1

Rossi stasera su Italia 1

Italia 1 saluta e chiude con uno speciale dal titolo “The New Age – Un anno di MotoGp”, dedicato alla stagione appena conclusa. Nel programma, doverosa e immancabile, andrà in onda un’intervista a Valentino Rossi, uno stralcio della quale ha già cominciato a circolare.

Tra le tante “chicche” dell’intervista, desta scalpore quella sorta di ultimatum che Valentino si è autoimposto per il campionato prossimo venturo. In grande difficoltà quest’anno, con una sola vittoria all’attivo (Assen) e tanti, troppi, quarti posti alle spalle dei tre spagnoli terribili (Lorenzo, suo compagno di squadra e i due piloti Honda Marc Marquez, campione del mondo in carica e Dani Pedrosa) Valentino ha preso una decisione importante: “Se sono qui e voglio continuare a correre, nel 2014 dovrò stare davanti, più vicino ai primi tre – ha detto –. Da febbraio a giugno, i test e soprattutto le prime sei gare saranno cruciali per decidere se continuare o smettere di correre in Motogp a fine stagione. A me piacerebbe continuare ancora un paio d’anni, ma lo farò solo se sono competitivo”.

Ed è la prima volta che Valentino prende una decisione del genere. Ovviamente tutti noi ci auguriamo che le prime sei gare della prossima stagione siano così belle da poter vedere il Dottore ancora in pista nei prossimi due anni. Ma se non sarà così, tanto di cappello per una decisione che Valentino avrà preso come sempre in piena autonomia e con una serenità che gli fa onore.

E visto che si parla di decisioni personali, non poteva mancare l’accenno alla recente detronizzazione del capotecnico Jeremy “Geremia” Burgess, che per 14 anni è stato al fianco di Valentino e che, messo da parte a fine stagione, ha riversato veleni a profusione nelle scorse settimane. Valentino ha letto tutto ciò che Burgess ha detto, ha preso nota diligentemente e poi, da gran signore, ha deciso di… non replicare: “Spiegare troppi particolari di ciò che non andava potrebbe essere un problema – dice nell’intervista -, allora è meglio che si pensi che è stata una bizza del pilota”.

Frase significativa che la dice lunga sul fatto che, tra i due, si era rotto qualcosa già da qualche tempo e che era arrivato il momento di chiudere il rapporto. Valentino quindi si prende tutte le colpe, parlando di “bizze del pilota” per evitare di dire forse cose sgradevoli. Come a dire: chiudiamola qui, ma se parlassi io… E come sono andate veramente le cose, temiamo resterà per sempre un segreto tra i due.

Tags: , , , ,

2 Commenti to “Valentino Rossi stasera su Italia 1 spiega il suo futuro: “Se non sarò con i primi a fine stagione mi ritiro””

  1. smanettone scrive:

    Bravo Vale!!!! Il Dottore è uno tosto, è uno che capisce e lui, gli atti di umiltà, li fa così: spiega in una intervista che ha capito che stare vicino “a quei tre” come definisce Burgess Lorenzo, Marquez e Pedrosa, non è facile. Però lui. Vale, ci vuole provare ancora. Belllo.
    Io che non ho mai tifato per lui ma che ho sempre apprezzato il suo talento, da oggi gli voglio un pò più bene per tutti i motivi che l’intervista magistralmente riportata da Enrico Biondi rivela.
    In primis perchè Rossi ci racconta il suo tormento, non essere più primo, poi perchè è stato davvero un SIGNORE: caro Burgess i panni sporchi si lavano in famiglia.

  2. massimo scrive:

    La fine della carriera e dei successi arriva per tutti, anche per i piu’ grandi…ma quanti desiderano “liberarsi” di Valentino, dovranno aspettare ancora un po’! Valentino andra’ fortissimo nel 2014 e l’idea del ritiro si sciogliera’ come neve al sole. L’aver preso coscienza della forza di Marquez gli dara’ l’ impulso che mancava. Per tornare a vincere. Gli altri due sono forti ma non saranno un problema x Valentino. Li vedremo entrambi in leggero calo rispetto al 2013.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>