Vuelle, a Varese si inaugura un dicembre carico di impegni. Aspettando di capire il peso di Johnson…

di 

29 novembre 2013

PESARO – Mese impegnativo questo dicembre per la Vuelle, attesa da ben sei incontri equamente divisi tra partite casalinghe e trasferte. Si comincia facendo visita a Varese prima dei due impegni consecutivi all’Adriatic Arena con Roma e Milano, poi Pesaro è attesa dal terzo spareggio stagionale sul campo di Cremona, prima di passare il Santo Stefano alla Torraccia ospitando Reggio Emilia, finendo in bellezza il 2013 andando a far visita alla Virtus Bologna. A guardare il calendario dal basso dell’ultimo posto non c’è da stare allegri e si comincia a pensare che difficilmente si riuscirà a muovere la classifica, ma poi si ripensa a come la Vuelle sia arrivata alla sesta sconfitta consecutiva, lottando sempre fino all’ultimo minuto, tranne che contro Siena, giocando in sette uomini e talune volte anche in sei, sprecando tante occasioni per portare a casa almeno un paio di vittorie che avrebbero rasserenato tutto l’ambiente. E allora ci ritorna un minimo di fiducia, coltivando la speranza che prima o poi il vento giri dalla parte dei ragazzi di Dell’Agnello, coach che forse tende a lamentarsi un po’ troppo delle varie disavventure capitategli, ma che comprensibilmente si rammarica di non aver mai potuto passare una settimana di allenamenti a ranghi compatti, così anche se il pronostico continua a restare avverso ai pesaresi, la Vuelle ha il dovere di salire in Lombardia convinta di tentare l’impresa, contro una Varese che non è più lo squadrone della passata stagione, anche se rimane una formazione dal gioco godibile con buone individualità, la classifica piange e i tifosi pesaresi dopo i 55 minuti di tribolazione contro Pistoia, si meritano qualche piccola soddisfazione.

 

LA PARTITA DELLA SETTIMANA:

 

CIMBERIO VARESE (6 PUNTI) – VICTORIA LIBERTAS PESARO (2 PUNTI)

 

Domenica 1 dicembre – ore 18.15 – PalaMasnago di Varese

 

Diretta televisiva su TVRS – canale 111 e 675 del digitale terrestre

 

 

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA:

 

Debutterà proprio contro Pesaro Adrian Banks, cavallo di ritorno in terra lombarda e inseguito vanamente dalla Vuelle nei giorni scorsi, prima di dover desistere dall’ingaggiarlo causa i soliti problemi di budget. L’ala americana torna a Varese per confermare l’ottima stagione scorsa che lo ha visto come uno degli stranieri più prolifici del campionato, in una Cimberio che ha in Kee Kee Clark un playmaker con tanti punti nelle mani e qualche problemino in fase di costruzione del gioco, Ebi Ere si sta confermando un ottimo realizzatore con una media di 16 punti a match, mentre Achille Polonara si è ormai guadagnato il posto in quintetto grazie ai suoi miglioramenti al tiro da fuori che insieme alla sua consueta esuberanza fisica ne fa un ala grande molto interessante anche in chiave Nazionale di Pianigiani, sotto canestro Franklin Hassell è uno dei cinque migliori centri del campionato grazie alle sue doti di rimbalzista e ad una mano delicata anche dai quattro metri.

Andrea De Nicolao è un sesto uomo di lusso ed averlo come play di riserva consente alla Cimberio di non far scendere mai la velocità di esecuzione dei giochi offensivi, l’arrivo di Banks toglierà il posto in quintetto a Coleman, alle prese con qualche guaio fisico che potrebbe escluderlo dal match a favore dello svedese Rush, mentre il serbo Scekic è un ottimo cambio dei lunghi con il suo buon gioco spalle a canestro e Dusan Sakota sta ritrovando la forma dopo un inizio di campionato non proprio splendente.

 

IL MOMENTO DELLE SQUADRE:

 

Trasolini. Foto Danilo Billi

Trasolini. Foto Danilo Billi

Con un giorno di ritardo per i canonici problemi di visti e aerei da prendere, è sbarcato a Pesaro il nuovo americano, quel Ravern Johnson che potrebbe essere l’ultimo arrivo in casa biancorossa per questa stagione, anche se la necessità di prendere un play di riserva è chiara per tutto l’ambiente. Ma i soldi sono virtualmente finiti e in Largo Ascoli Piceno non se la sentono di fare il passo più lungo della gamba e se la malasorte non ci metterà lo zampino, la Vuelle che scenderà sul parquet di Varese domenica sera dovrebbe essere la stessa che finirà il campionato, con buona pace di chi sogna Peppe Poeta o David Chiotti. E’ chiaro che Johnson non potrà assumersi il ruolo del salvatore della patria, ma dai primi allenamenti sembra che Ravern sia un giocatore che potrà rendersi molto utile in questa Victoria Libertas, grazie ad una meccanica di tiro veramente notevole con un movimento del polso nel momento di lasciare il pallone che ricorda grandi bomber del passato ed in una squadra che ha nel solo Bernardo Musso un tiratore puro, aggiungere un’altra bocca da fuoco non potrà che migliorare la qualità del gioco e anche Turner non sarà più costretto a prendersi 30 tiri come a Pistoia. Gli 80 chili scarsi fanno di Johnson un giocatore che si troverà molto più a suo agio come due/tre rispetto alle lotte sotto i tabelloni, anche perchè non sembra possedere nessun movimento spalle a canestro e sarà Alessandro Amici che dovrà giocare per parecchi minuti da ala grande se vorrà riconquistare lo spazio perso con l’arrivo di Johnson, aspettiamo nel valutare il suo impatto difensivo, ma difficilmente, in una Vuelle che subisce la bellezza di 92 punti di media ogni sera, riuscirà ad invertire la rotta. Rimangono i dubbi su un giocatore che è stato praticamente fermo per 15 mesi, anche se è arrivato a Pesaro in buona forma fisica e volenteroso di ben figurare, con una zona d’ombra sui reali motivi che lo hanno tenuto lontano dall’attività agonistica, ma alla VL serviva una scossa e speriamo che ancora una volta il DS Cioppi abbia fatto un mezzo miracolo con le pochissime risorse disponibili.

Varese non è più lo squadrone che dominava la regular season nella stagione scorsa e tra campionato ed Eurocup è in una striscia negativa di otto sconfitte consecutive, compresa l’ultima in coppa martedì scorso, si incontreranno due formazioni che hanno l’assoluta necessità di vincere per uscire da un brutto periodo e che hanno inserito in corsa un nuovo americano per cercare di svoltare positivamente la stagione, la Cimberio rimane superiore come organico, ma non è utopistico cercare di sfruttare il loro momento difficile.

 

 

IL DUELLO CHIAVE:

 

Marc Trasolini vs Achille Polonara:

 

Due giocatori in continua trasformazione queste due ali grandi con tanti punti nelle mani, ma con alcuni difetti ancora da limare, l’oriundo pesarese alterna buone cose in attacco a preoccupanti amnesie difensive, mentre Polonara sta cercando di trasformarsi in un quattro moderno con un tiro da tre efficace e un gioco spalle a canestro da migliorare in alcuni movimenti.

 

UN PO’ DI NUMERI:

 

Statistiche individuali. O.D. Anosike primo nei rimbalzi, quinto nei minuti giocati e settimo nella valutazione, Elston Turner primo nei minuti giocati, secondo nelle palle perse e sesto nei punti realizzati, Bernardo Musso primo nelle palle recuperate, Marc Trasolini nono nei minuti passati sul parquet.

Statistiche di squadra: Pesaro ultima negli assist, prima nei rimbalzi offensivi e seconda in quelli totali, terza nei punti segnati, prima nei punti subiti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>