Renzi Opera Festival: il candidato alla segreteria del Pd conquista i tantissimi pesaresi presenti al Teatro Rossini

di 

1 dicembre 2013

PESARO – Circa mille persone hanno riempito il teatro Rossini, come a una prima del Rof, per accogliere il candidato alla segreteria del PD Matteo Renzi, nella sua unica tappa marchigiana, in vista delle primarie di domenica prossima. Renzi, accolto da tanti politici pesaresi ma anche da moltissimi cittadini giunti con largo anticipo (il teatro Rossini poteva contenere per motivi di sicurezza poco più di 900 persone), ha salutato tutti con la mano fasciata scherzando: “Non votate per uno che si brucia per scaldare la piadina nel forno, votate per Cuperlo o Civati”.

Matteo Renzi a Pesaro

Matteo Renzi a Pesaro

“Il Pd deve tirare fuori il coraggio, l’orgoglio, la responsabilità. Non può soltanto inseguire ciò che fa il governo o il resto della maggioranza, deve iniziare a dire le cose che secondo noi servono e su questo essere molto duro”. Ancora: “L’8 dicembre chi vota per noi vota per una riforma elettorale in cui chi vince vince, chi vince governa senza inciuci per cinque anni, da solo, e se tu non sai governare poi vai a casa la volta dopo. Se vinciamo noi in un anno noi possiamo arrivare ad un miliardo in meno di spese del Governo. Mezzo miliardo lo mettiamo a servizio del sostegno alla disabilità, e facciamo la pace con gli italiani. Altri 500 milioni li mettiamo a disposizione di chi ha bisogno sul territorio. Mi piange il cuore  vedere come che dopo quello che è successo in Sardegna, pochi giorni dopo, non se ne parla quasi più”. Dopo il discorso e le numerose strette di mano, il sindaco di Firenze è partito subito alla volta di Venezia.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>