Festività, tutti gli appuntamenti di dicembre e gennaio a Pesaro e provincia aggiornati 24 ore su 24

di 

2 dicembre 2013

Ecco tutti gli appuntamenti di Natale in programma a Pesaro e provincia a dicembre. Segui gli aggiornamenti 24 ore su 24:

 Fino al 6 gennaio

Urbania, arriva la Befana

AL VIA GIOVEDI 2 GENNAIO LA DICIASSETTESIMA EDIZIONE DELLA FESTA DELLA BEFANA DI URBANIA

 

L’avvio ufficiale alle 14.30 con la consegna delle chiavi della città alla Befana da parte del Sindaco Giuseppe Lucarini.

 

Tanti i laboratori creativi per i bambini, ma anche gusto e cultura per i più grandi

 

 

 

Urbania, 30.12.2013 – Prenderà il via alle 14.30 in Piazza San Cristoforo, nel cuore di Urbania, la diciassettesima edizione della Festa nazionale della Befana, che fino a lunedì 6 gennaio celebrerà l’Epifania con un programma ricco di iniziative. Appuntamento, dunque, alla Casa della Befana, dove i più piccoli potranno incontrare e intrattenersi con la simpatica vecchietta, che non mancherà di dispensare caramelle e dolcetti.

 

Ma l’avvio ufficiale alla manifestazione lo darà, a partire dalle 15.30 sempre in Piazza San Cristoforo, la consegna delle chiavi della città alla befana da parte del Sindaco di Urbania, Giuseppe Lucarini, a cui seguirà il magico “coro” di Urbania chiama… Befana risponde, con tante befane che si affacciano dalle finestre del centro storico per farsi conoscere dal numeroso pubblico giunto da ogni parte d’Italia.

 

Quindi, seguendo la sfilata della grande calza da record che le befane di Urbania hanno intessuto e cucito per tutto l’anno e che, per l’occasione diventa tappeto magico per giocolieri, mangiafuoco e artisti di strada, tutti col naso all’insù sotto la Torre Campanaria del Municipio per assistere al Magico volo della Befana, le acrobazie della nonnina, che, tra giochi pirotecnici e spettacoli di danza verticale su parete degli artisti-acrobati di VisionAria, scenderà dalla torre davanti agli occhi dei suoi piccoli ammiratori, di certo affascinati dalla sua abilità (ore 17,30 Piazza del Municipio il 2 e il 5 gennaio).

 

 

 

Come ormai da tradizione, la Festa della befana di Urbania è anche una preziosa occasione per imparare antichi mestieri e conoscere la cultura del territorio. Per questo, grazie alla collaborazione con aziende e associazioni locali, gli ospiti della festa possono partecipare a laboratori creativi, escursioni e degustazioni guidate alla scoperta delle tipicità locali.

 

In particolare, ogni giorno a partire dal 2 gennaio, le Befane artigiane racconteranno gli Antichi Mestieri a Palazzo Ducale, con due laboratori aperti a tutti, grandi e piccini, e ospitati proprio all’interno del Palazzo Ducale: La filiera della lana, dalla cardatura alla tintura a cura di “Dal filo d’erba al filo di lana” e del Lab. Art. evacresce e La tecnica della stampa su tela a cura dell’Antica Stamperia Carpegna.

 

Dedicati esclusivamente ai più piccoli, invece, i laboratori creativi di Largo ai piccoli, aperti gratuitamente tutti i giorni al PalaBefana in Piazza del Mercato dalle ore 15,00. Qui, tra le tante attività, si potrà imparare anche a lavorare la ceramica, grazie ai maestri ceramisti dell’Associazione Amici della ceramica di Urbania.

 

 

 

 

Dal 2 al 6 gennaio

Programma eventi “Natale di luce”
Concerti, tombole, aperitivi e la festa della Befana
Ecco le iniziative che si svolgeranno dal 2 al 6 gennaio all’interno dello spazio eventi coperto e riscaldato in piazza del Popolo

Un ricco calendario eventi per piazza di Pesaro fino al 6 gennaio. Si parte già giovedì 2 gennaio con il concerto di beneficenza de “Le insolite note” alle ore 18 (info. 347 7540841). Venerdì 3 gennaio è invece in programma, alle 17.30, l’aperitivo etico e solidale a cura della compagnia Campobase (info. 338 5035716) e alle 21 lo spettacolo teatrale “Timballo di Imballaggi” a cura della compagnia teatrale Verderame (info. 340  3484765).

Il 4 gennaio è invece la volta della festa dei bagnini Mare d’inverno (alle 16) mentre domenica 5 gennaio ci sarà una tombola di beneficenza in collaborazione con i centri socio-culturali di Pesaro aderenti all’Ancescao (348 0603221). Infine per la gioia dei più piccoli domenica 5 gennaio i commercianti del centro nell’ambito dell’iniziativa “Sotto le stelle negozi in strada” propongono la Befana sotto le stelle  per le vie del centro storico dalle 16.30 alle 20 mentre lunedì 6 gennaio alle ore 16.30 la Befana arriva in piazza del Popolo, all’interno della tendostruttura riscaldata, con l’evento  “La Befana vien di pome: riempi la calza con le befane di Pesaro Village”. In piazza del Popolo dal 4 al 6 gennaio dalle 10 alle 20 si svolge anche il mercatino della Befana.

Le iniziative fanno parte del calendario Natale di luce promosso dall’assessorato allo Sviluppo economico, turismo, sport, gioco e coordinamento grandi eventi del comune di Pesaro con la sponsorizzazione di Banca di Pesaro.

Il programma completo su www.turismopesaro.it.

 

 

Fino al 5 gennaio

A Fano

Mercoledì 31 dicembre – dalle ore 22,00 – Teatro della Concordia: “SAN SILVESTRO SHOW” con il San Costanzo Show. Uno dei pochi teatri della regione aperti per capodanno. Un appuntamento da non perdere per farsi delle sane risate grasse alla faccia del vecchio anno che ci lascia e per sorridere anzi spaccarsi dal ridere alla vista del nuovo. (Info e biglietti Tel. 3398333237)

 

Dal 20 dicembre al 5 gennaio

Titanus Festival al Pesaro

http://www.pu24.it/2013/12/18/titanus-festival-iv-edizione-quando-i-sogni-diventano-realta-il-programma/

 

Fino al 5 gennaio

Candelara, la via dei Presepi

LA VIA DEI PRESEPI RAPPRESENTA UN’ OCCASIONE PER UNA SUGGESTIVA PASSEGGIATA ALL’INTERNO DELLE MURA CASTELLANE; UNA PRIMA EDIZIONE CHE CI ACCOMPAGNERA’ DAL 21 DICEMBRE 2013 Al 6 GENNAIO 2014 (nei giorni 21-22-25-26-28-29 dicembre e 1-4-5-6 gennaio con orario 15.30 – 18.30).

Da quest’anno Candelara, nell’intento di non disperdere gli sforzi organizzativi messi in campo per la festa delle candele e rendere ancora magica l’atmosfera natalizia del Borgo, proseguirà per tutte le festività con la Via dei Presepi.

Una mostra di tutti i caratteristici presepi realizzati in occasione della festa e non solo. Sabato 21 Dicembre 2013 alle ore 17.30, l’inaugurazione con vin brulè per tutti. Saranno esposti nella via centrale del Paese presepi artigianali realizzati con varie tecniche. Ci saranno natività montate all’interno di antichi attrezzi della civiltà contadina (torchi, aratri, botti, carri, etc.) ed altri che troveranno posto all’interno della Sala del Capitano e nella Torre dell’Orologio. La via dei Presepi sarà ovviamente rischiarata anche dalla luce delle candele e ci sarà anche un presepe fatto solo con delle candele e realizzato dalla Scuola elementare di Santa Maria dell’Arzilla. Insomma un’occasione di visitare Candelara anche durante le feste e rendere suggestiva ed attraente una visita all’antico borgo.

Fano: Sala San Michele: Omaggio a Virgilio Ridolfi (apertura: tutti i giorni dalle 17,30 alle 19)

In ricordo di Virginio Ridolfi (1922-1983), fanese d.o.c., pittore eclettico e sportivo cinofilo.

Questa mostra a trenta anni dalla morte.

Virginio Ridolfi, nato a Cuccurano di Fano il 1/1/1922, è stato uno dei personaggi della Fano degli anni ’60 nel giro degli artisti del Caffè Centrale che come pochi ha compendiato le capacità di un uomo della provincia di contenere in sé genio, riservatezza, generosità e capacità di vivere intensamente la propria vita.A trenta anni dalla sua morte ripercorriamo rapidamente alcune peculiari caratteristiche biografiche che favoriscano il ricordo di quest’uomo uomo legato alla sua terra, tendenzialmente schivo e capace di esprimere quella creatività tipica di chi ha ereditato la saggezza e la cultura artistica che deriva da queste nostre terre..:

– Come trainer cinofilo V. Ridolfi è ancora nel ricordo di tanti appassionati di questo sport in quanto professionista tra i più apprezzati in Italia negli anni 60-70 con oltre 150 gare vinte a carattere nazionale e internazionale, vincitore della coppa Europa svoltasi negli anni ‘70 in Yugoslavia con il Bracco italiano Lor dei Ronchi, campione di proprietà del Commendatore Enrico Adanti, altro fanese d.o.c.

Come artista V. Ridolfi è conosciuto a livello nazionale come “Pittore dei calanchi”; diplomato maestro d’arte nella Scuola d’arte “Apolloni” di Fano, allievo di Emilio Lazzaro e di Fabio Tombari di cui rimase amico fino alla morte e da questi insignito della prestigiosa” cittadinanza di Frusaglia”. Ridolfi era tanto amante del volo e dell’avventura che, appena diplomatosi maestro d’arte, allo scoppio della seconda guerra mondiale partì volontario nei paracadutisti della Folgore e questo suo voler vedere il mondo dall’alto caratterizzerà poi tutta la sua opera pittorica. Nel 1973 fu tra i quattro pittori italiani scelti da una commissione di critici d’arte per esporre a Bologna i propri quadri in occasione della Fiera Campionaria “Giò ‘70”, che in seguito a questa esperienza decisamente positiva divenne un momento importante nella diffusione dell’arte in Italia con il nome di “Arte Fiera”. Nella sua carriera artistica, fin che fu in vita ricevette tanti riconoscimenti, tra cui la nomina a Presidente del Centro Europeo della Diffusione della Cultura di Bruxelles; la medaglia d’argento del Pontificato di Paolo VI; il Premio Cultura “Europa ‘70” nella sala Protomoteca in Campidoglio; un Encomio Solenne all’Exposition de la Peinture Italienne a Paris nel 1971 e tanti altri….; nel 1983, anno della sua morte, venne nominato da una rivista specializzata “Artista dell’anno”. Nelle varie mostre retrospettive e antologiche organizzate da alcuni Comuni marchigiani dopo la sua morte (Fossombrone,Fano,Recanati,SanLeo,Montefelcino,Fermignano), si è evidenziato l’interesse dei visitatori per questo mondo primitivo e personalissimo che le tele del Ridolfi ci trasmettono e le emozioni di sentimenti forti che scaturiscono da questi paesaggi surreali, non a caso ravvicinati alle liriche del Leopardi da un profondo conoscitore del poeta recanatese che fu l’On Franco Foschi (presidente del Centro Nazionale Studi Leopardiani) che nel 2001 volle tale mostra nel Museo Leopardiano per omaggiare la visita dell’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro.

 

 

8 dicembre – 12 gennaio

Fiorenzuola di Focara, “Borgopresepe” quinta edizione inaugurazione alle ore 17.30 nella sede del quartiere 6

unionmoda 285x369Torna anche quest’anno “Borgopresepe”, l’iniziativa giunta alla quinta edizione. Organizzato dall’assessorato alla Partecipazione e quartieri e dal quartiere 6 (San Bartolo), in collaborazione con l’associazione “Crea Focara”, la cooperativa “T41B” e gli abitanti di Fiorenzuola, il presepe itinerante – collocato tra le splendide stradine del borgo – ha visto negli anni una partecipazione di visitatori sempre crescente, che non hanno voluto perdere l’occasione di ammirare una delle più caratteristiche manifestazioni natalizie d’Italia. I presepi infatti sono incastonati in una cornice paesaggistica unica e suggestiva, all’interno cioè dell’area del parco San Bartolo.

L’inaugurazione si terrà domenica 8 dicembre, alle ore 17.30 nella sede del quartiere 6 (piazzale Dante Alighieri), alla presenza dell’assessore alla Partecipazione e quartieri Andrea Biancani.

“L’iniziativa, molto suggestiva, si svolge in una ‘cornice’ incantata quale quella del borgo di Fiorenzuola – dice l’assessore – e ha inoltre il merito di coinvolgere i residenti, che partecipano attivamente alla realizzazione e alla collocazione dei presepi in ogni angolo del paese. ‘Borgopresepe’ è un esempio importante di partecipazione, che è uno degli obiettivi da sempre perseguiti dall’Amministrazione comunale. Un ringraziamento speciale va quindi al quartiere e ai residenti che si sono impegnati in questa bella iniziativa”.

“Borgopresepe” è nato da un’intuizione di Massimo D’Angeli, presidente del quartiere 6 San Bartolo. “L’idea – racconta – mi è venuta un ultimo dell’anno, mentre stavo attraversando gli Appennini. Ad un certo punto, mi sono trovato di fronte un paesino piccolo piccolo, poche case, ma tutte abbellite da un presepio. Rimasi affascinato, era veramente bello. Allora mi sono detto, perché non realizzarlo anche a Fiorenzuola. E Così è stato”.

Quest’anno chi salirà a Fiorenzuola, potrà ammirare, fino al 12 gennaio 2014, una cinquantina di presepi. Saranno esposti anche quelli realizzati dalle scuole Anna Frank di S. Maria delle Fabbrecce, Elio Tonelli di Cattabrighe e la San Giovanni Bosco di Villa San Martino.

 

 

Tags: , , , , , , ,

2 Commenti to “Festività, tutti gli appuntamenti di dicembre e gennaio a Pesaro e provincia aggiornati 24 ore su 24”

  1. Stefano scrive:

    Buone Feste alla redazione di PU24.IT.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>