Marchetti (PD): fusione e unione comuni strada giusta, no ai campanilismi

di 

3 dicembre 2013

“Gli esiti dei referendum per la fusione di cinque Comuni della provincia di Pesaro –Urbino, anche se con esiti diversi, certamente hanno avuto il merito di aprire un dibattito importante”. Lo afferma in una nota Marco Marchetti, deputato del Partito Democratico.

 

“Le consultazioni – continua Marchetti – sono state l’esito di un processo importante di innovazione iniziato dagli amministratori locali alle quali si è, conseguentemente, chiesta l’opinione dei cittadini. Un percorso che, per i comuni e i sindaci che ogni giorno sono chiamati a rispondere alle esigenze dei cittadini con risorse sempre più scarse, appare sempre di più inevitabile proprio nell’interesse dei cittadini e nell’ottimizzazione e miglioramento dei servizi. Dunque una strada da continuare e perseguire quella dell’associazionismo tra Comuni visto che la legislazione nazionale, come è già avvenuto con l’approvazione di un emendamento anche da me presentato, andrà sempre di più nella direzione di finanziare e avvantaggiare progetti e percorsi di fusione e unione dei comuni. Per questo il dibattito sui referendum, di cui rispettiamo l’esito – conclude la nota – deve essere un contributo e un impulso per i tanti amministratori locali ad andare avanti sulla strada dell’innovazione e del buon governo senza lasciarsi arroccare su posizioni di campanilismo isolante che servirebbero solo ad isolare sempre di più i comuni condizionandone il funzionamento dei servizi”.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>