Volley Pesaro vince anche quando perde. Bastia Umbra ringrazia per “l’accoglienza e la signorilità: un esempio per tutto lo sport”

di 

3 dicembre 2013

PESARO – Volley Pesaro vince anche quando perde. Se la squadra è uscita sconfitta, per la società della coppia presidenziale Barbara Rossi – Giancarlo Sorbini è stato un successo. Che arriva con le parole della Libertas Bastia. Dopo la vittoria conquistata sabato sera al PalaCampanara, la società umbra ha informato i mass media sulla bella prestazione delle ragazze di coach Ricci e ha concluso così:

 

Qualche anno fa a Fano… Sorbini con Papini, oggi vice allenatore di Bastia

Qualche anno fa a Fano… Sorbini con Papini, oggi vice allenatore di Bastia

“Da sottolineare l’ottima l’accoglienza e la signorilità della società Volley Pesaro, comportamenti così sono di esempio a tutto lo sport”.

“Fa piacere… – commenta Giancarlo Sorbini, che con Barbara Rossi è alla guida di Volley Pesaro -. Negli anni abbiamo curato tante piccole cose, che in realtà non sono piccole, ma importanti. Se si può, cerchiamo di andare oltre quella che è la parte sportiva, per avere buoni rapporti con tutti. A prescindere dalla categoria di appartenenza, in serie A1 come in C. Con Bastia, poi, c’è un bel rapporto, consolidato negli anni. Pensi che conosco il vice allenatore, Alessandro Papini, dal periodo del servizio militare, a Fano. Allora non mi occupavo di pallavolo. Ci siamo ritrovati su un campo di gioco…”.

Ammetterà che una società che ringrazia l’altra per “l’accoglienza e la signorilità” non è – purtroppo – una normalità nello sport italiano.

“Abbiamo un nostro modo di fare. Come accadeva in A1, a inizio stagione abbiamo scritto a tutte le società del girone C di serie B1 per informarle che, a prescindere dalla rivalità sportiva, genitori delle ragazze e abituali accompagnatori delle loro squadre sarebbero stati nostri ospiti. Sembreranno piccole attenzioni, ma attraversiamo un momento in cui è giusto darsi una mano”.

Un bel modo di vivere lo sport.

“E’ un modo che a noi piace, che condividiamo, perché in verità, non siamo i soli. Negli anni abbiamo conosciuto tante società che fanno di cordialità e gentilezza il loro credo. Siamo felici che questi gesti siano apprezzati. Vi sembrerà banale, ma lunedì – nell’incontro dei nostri allenatori con Alberto Bucci – abbiamo invitato anche i coach di Blu Volley. Cerchiamo di essere attenti alle altre realtà, in un rapporto che dà e riceve”.

Mi viene da pensare che anche nel volley, che pure è un mondo a parte, il vostro comportamento non piaccia a tutti.

“All’inizio abbiamo avvertito quell’ostilità che è figlia del campanilismo, che però si è stemperato in poco tempo”.

Fuori dal volley, se si esclude il rugby e il suo mitico terzo tempo, non se ne vedono tante di queste situazioni.

“Mi dispiace… E’ un problema culturale. Oggi ho mangiato a mensa e a tavola si è parlato di quanto accaduto a Torino, dove la curva della Juventus, chiusa agli ultras, è stata aperta ai bambini, che si sono distinti per cori volgari contro il portiere dell’Udinese, tanto che la Juve è stata multata. Parlandone fra noi, c’era qualcuno che giustificava l’episodio, perché “tanto sono bambini” e “nel calcio succede”. Per me, invece, non dovrebbe succedere. Perché lo sport è, dovrebbe essere, tutta un’altra cosa. Poi di errori ne facciamo anche noi, però queste attenzioni possono aiutare, soprattutto se vengono amplificate le situazioni positive, non solo quelle negative”.

Se il giornalismo sportivo dimenticasse processi e moviole e apprezzasse di più il gesto tecnico, invece di soffermarsi per giorni sull’errore arbitrale, forse anche i bambini non insulterebbero un portiere avversario, colpevole di fare bene il suo lavoro.

“Il mondo della pallavolo lo permette, per fortuna”. Per merito di dirigenti come Barbara Rossi e Giancarlo Sorbini e tanti altri che amano il volley, ma più ancora il fair play, il rispetto, il riconoscimento della bravura degli avversari, accolti con grande ospitalità, non come nemici da assaltare.

3 Commenti to “Volley Pesaro vince anche quando perde. Bastia Umbra ringrazia per “l’accoglienza e la signorilità: un esempio per tutto lo sport””

  1. Gaetano Accorsi scrive:

    Onore al “fair play” della societa Pesarese,a Giancarlo Sorbini e a Barbara Rossi e alla loro grande cultura ed educazione sportiva.Che sia di esempio a tutti.

  2. alessandro scrive:

    Purtroppo nel calcio ne succedono di tutti i colori specie sui campi minori: emblematico un episodio recente. In tribuna dei genitori (che dovrebbero essere i primi educatori dei lori figli)non solo si stavano insultando, ma erano venuti alle mani, tanto che i loro figli piccoli calciatori si sono rifiutati di proseguire la partita. PER FORTUNA IL VOLLEY E’ UN MONDO DIVERSO!!!!

  3. Marcello Franca scrive:

    A sottolineare l’accoglienza che hanno ricevuto qui a Pesaro la squadra di Bastia Umbra nella loro pagina facebook ha condiviso il breve contributo video “Onore agli Avversari” pubblicato su Youtube dal Canale VOLLEY TV ITALIA http://youtu.be/m9V9-Idp0wA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>