Domenica di sorrisi per le giovanili del rugby pesarese

di 

4 dicembre 2013

L'under 14 della Guidi Impianti Pesaro rugby

L’under 14 della Guidi Impianti Pesaro rugby

 

PESARO – Torna a vincere la Guidi Impianti Pesaro Rugby under 18. Domenica un successo rotondo per 40-5 in trasferta contro gli amici del Fano. Una gara in cui tutti i ragazzi giallorossi hanno fatto squadra per far fronte agli avversari. “E’ stata una gara difficile – spiega il tecnico Annunzio Subissati – Il campo era ai limiti della praticabilità e le gestione della palla complicata. I ragazzi però dopo un inizio in cui hanno studiato gli avversari hanno trovate il giusto modo per colpirli. Buone le prove di Erik Boni e Kevin Gargamelli”.

Una sconfitta che sa di vittoria invece per i Canguri Under 16. Sul campo amico del Misano, i pesaresi hanno perso per 10-8 contro il Firenze, conquistando così il primo punto in classifica stagionale. “E’ stata una bellissima partita – racconta il tecnico Alessandro Ascierto – Abbiamo giocato con grinta ed agonismo e alla fine l’ha portata a casa la squadra più cinica. Un altro passo in avanti per questo gruppo di ragazzi che in mezzo al campo danno l’anima, lottando su ogni singolo pallone e facendo sudare gli avversari per la conquista di ogni singolo metro. Abbiamo imboccato la strada giusta e son certo che continuando così ci toglieremo sicuramente delle soddisfazioni”.

Tornano alla vittoria invece i Canguri under 14. Per loro un successo per 22-19 contro i Falchi di Pian Del Bruscolo. Partita dai due volti con un primo tempo giocato bene ed un secondo in cui i pesaresi hanno rischiato di farsi superare. “Nel secondo tempo la luce si è spenta – spiega il tecnico Alberto Convertino – Convinti di avere ormai la partita in pugno, i miei ragazzi si sono seduti non riuscendo più a rientrare in partita. Bravi sono stati i nostri avversari a continuare a crederci. Hanno tirato fuori tutto il loro orgoglio e la cattiveria agonistica e ne è uscito un finale non certo per cuori deboli. Spero che i ragazzi abbiano capito che non bisogna mai mollare e che la partita finisce al triplice fischio e non prima”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>