Montecchio, perseguita e maltratta l’ex moglie davanti le due figlie: ritrovato e arrestato in Calabria

di 

4 dicembre 2013

maltrattamenti

Stalking e maltrattamenti, denunciato un uomo (foto d’archivio)

PESARO – Le minacce erano diventate violente, tiravano in ballo la morte e, secondo quanto ricostruito, era state ripetute davanti le figlie di 10 e 7 anni. Di più: la minaccia era stata quella di presentarsi in chiesa con una pistola se le due bambine fossero andate a catechismo. E’ la storia di una famiglia residente a Montecchio, l’uomo di 34 anni, la moglie un anno più piccola, accaduta lo scorso maggio. Il giudice aveva impedito all’uomo di avvicinarsi alla ex moglie: dopo pochi mesi, però, l’uomo ha ripreso a perseguitare l’ex moglie. La donna si è pure accorta che in casa non arrivava  il gas: era sparita la bombola. Così il magistrato ha revocato il divieto di avvicinarsi con la firma di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere all’uomo che, nel frattempo, senza lavoro, dopo essere andato momentaneamente a vivere in Romagna, era tornato in Calabria, dove è stato poi individuato e rinchiuso in carcere per maltrattamenti e violazione di domicilio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>