Matteo Ricci a RaiNews24 sulla morte di Mandela: “La dimostrazione che le cose possono cambiare se ci si batte per uguaglianza e libertà”

di 

6 dicembre 2013

Matteo Ricci a Rai News 24

Matteo Ricci a Rai News 24

ROMA – “Mandela è la dimostrazione che le cose possono cambiare se ci si batte per l’uguaglianza e la libertà. E’ il simbolo di una generazione. E’ una lezione attuale anche per la politica italiana”. Lo ha detto stamane Matteo Ricci a Ricci a RaiNews24, prima di spostare il discorso sulle primarie del Pd: “E’ una data chiave, un appuntamento che stabilirà se il Paese finalmente vuole guardare avanti. La giornata di domenica ha una portata che va ben al di là degli elettori del Pd. C’è una politica che si ostina a voltarsi indietro, lo abbiamo visto anche dopo la pronuncia della Consulta sul Porcellum. Ma c’è anche chi investe sul cambio generazionale e vuole finalmente archiviare la stagione sterile degli ultimi 20 anni”.

Sulla legge elettorale, il presidente della Provincia ha ricordato che “la nostra proposta è simile a quella per l’elezione dei sindaci. Funziona da 20 anni: è un sistema che garantisce chiarezza, governabilità e rappresentanza delle forze politiche”. “Il primo accordo – ha continuato – va trovato dentro le forze che sostengono il governo Letta. Ma se questo non sarà possibile e se qualcuno pensa di fare melina, dalla prossima settimana ci sarà un segretario Pd che incalzerà sulla legge elettorale. Chi non la vuole fare, si prenderà le sue responsabilità. Bisogna trasformare il Senato, uno dei problemi principali è il bicameralismo perfetto. Le priorità del Paese? Il primo punto è lavoro e crescita dell’occupazione. Serve rivedere il patto di stabilità, è un meccanismo che rende gli enti locali soggetti che contribuiscono alla recessione. E poi è necessaria una grande operazione di snellimento della burocrazia italiana. E vanno cambiati molti aspetti della formazione: si deve fare sempre più sul luogo del lavoro piuttosto che in aula. Investiamo su scuola e ricerca per aumentare competitività e posti di lavoro”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>