Salvatore Settis sabato 7 dicembre a Fano per parlare di classicità a 500 studenti

di 

6 dicembre 2013

Salvatore Settis

Salvatore Settis

FANO – Salvatore Settis sarà sabato 7 dicembre, a Fano per incontrare alle ore 10, al liceo scientifico “Torelli”, circa 500 studenti provenienti anche dal liceo artistico “Apolloni” e dal classico “Nolfi”, ai quali terrà una una lectio magistralis su “La nascita (in Grecia) della Storia dell’Arte”, introdotta dal coordinatore scientifico del Centro Studi Vitruviani Paolo Clini e dal dirigente scolastico Samuele Giombi. L’incontro rientra nell’iniziativa “ClassicaMente”, giornata dedicata al classico e alla classicità promossa dal Centro Studi Vitruviani in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, Comune di Fano, Assemblea legislativa delle Marche, Provincia di Pesaro e Urbino e liceo scientifico “G.Torelli”. Sabato mattina, sempre al Torelli, il giornalista e autore televisivo Nino Criscenti  presenterà ai giovani un progetto per un film su Vitruvio, per divulgare il significato della sua opera nella cultura classica e occidentale.

Alle ore 16.30, al Teatro della Fortuna, incontro pubblico moderato da Alberto Berardi su “Lisippo e l’atleta di Fano nello splendore dell’arte greca”: lo storico dell’arte Paolo Moreno (che per primo ha dimostrato come l’Atleta di Fano sia opera di Lisippo) illustrerà in anteprima nuovi studi sul rapporto tra la scultura ed il suo autore, mentre Antonio Corso si soffermerà su un altro grande della Grecia classica, Prassitele, offrendo una “lettura parallela” tra i due scultori. Gli interventi saranno preceduti da una vera “chicca”: Nino Criscenti presenterà il documentario, realizzato nel 1982 da Lamberto Sposini e Riccardo Vitale, dal titolo “Lo schiavo di bronzo”, riguardante proprio l’atleta di Fano (andato in onda lo stesso anno su Rai1), che verrà proiettato nel pomeriggio al Teatro della Fortuna. Tutti sono invitati a partecipare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>