Il mea culpa di don Ruggeri: “Sono addolorato, chiedo scusa a tutti”

di 

7 dicembre 2013

FANO – “Sono profondamente addolorato”. Si scusa Giangiacomo Ruggeri, il 44enne sacerdote condannato a 2 anni e 6 mesi per atti sessuali su una ragazzini di 13 anni e atti osceni in luogo pubblico. In un video realizzato come dichiarazione spontanea per Fano Tv, l’ex portavoce del vescovo di Fano spiega di non avere mai, in nessun modo, “avuto nell’animo e nei gesti altri sentimenti che non fossero un affetto sincero”, ammettendo che “in quello che è accaduto ho confuso il modo di esprimere questo affetto”.

“Qualcuno – ha aggiunto don Ruggeri – ha parlato di violenza: niente di più falso e lontano dai fatti e dal mio essere”. Poi ha parlato di baci e di carezze, “perché esclusivamente di questo si è trattato. Ma chiedo profondamente perdono a coloro che ho coinvolto in prima persona, fino ad oggi non ho potuto farlo. Senza volerlo ho fatto soffrire anche la mia Chiesa. A tutti chiedo perdono”.

Fano Tv informa che don Ruggeri, sospeso da ogni incarico pastorale, attualmente è cuoco e inserviente presso una mensa per rifugiati politici a Roma.

Un commento to “Il mea culpa di don Ruggeri: “Sono addolorato, chiedo scusa a tutti””

  1. regina scrive:

    Don Giacomo penso che fosse conscio che il prete in quanto tale ,e lui lo e’ ,e’ molto visibile.Lui doveva solo ammettere di aver sbagliato senza giustificarsi, poteva ammettere lo spirito e’ forte ma la carne e’ debole!!!!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>