CALCIO A 5, per l’Italservice PesaroFano tre punti che sanno di FinalEight

di 

8 dicembre 2013

PESARO – Discesa, salita, discesa, salita, discesa. Va bene come riassunto? Matematicamente parlando sono cinque fasi della partita, di cui tre favorevoli al PesaroFano. Alla fine quindi possiamo parlare di vittoria meritata, ma molto sofferta.

Usiamo questa sorta di sintesi per raccontare la vittoria dei “rossiniani” contro una Futsal Tridentina molto ben organizzata e sempre concentrata, che anche nei momenti di possibile sconforto non ha mollato di una virgola. Vittoria 8 a 5 di una partita difficile insomma.

E si sapeva che sarebbe stato così contro una squadra che dal nostro punto di vista, senza un pizzico di gentilezza eccessiva né di retorica, meriterebbe – per quanto visto al PalaFiera – decisamente di più di 1 punto in 10 giornate e del conseguente ultimo posto.

La squadra di Osimani è sempre stata in vantaggio. Ma in due momenti del match si è visto il fiato sul collo degli avversari spingere forte. Sono servite determinazione e qualità per portare in cassaforte il bottino pieno.

 

Giovanni Ditommaso (foto Danilo Billi)

Giovanni Ditommaso (foto Danilo Billi)

LA CRONACA – Prima fase: discesa. Perché dopo un minuto e mezzo Tres sblocca la situazione e dopo altri 90 secondi Melo raddoppia. Dopodiché passeranno diversi minuti in cui i padroni di casa gestiscono il possesso palla, affondano quando possono, ma rischiano anche sulle crescenti iniziative degli ospiti. Un buon Corvatta in questa fase effettua un paio di belle parate e nega il gol alla Futsal Tridentina. Nel finale di frazione un’altra rete di Melo somiglia al colpo del kappao. Somiglia, appunto, ma non è.

 

Nella ripresa infatti capitan Piscitelli e compagni partono a mille. E nel giro di cinque minuti tornano completamente in partita: un bel gol di Fusari dopo un rapido triangolo in attacco ed una ingenuità di Corvatta (la prima in tre mesi. Ripetiamo: la-prima-in-tre-mesi) permettono ai trentini di accorciare sino al 3 a 2.

A questo punto il PesaroFano tira fuori gli artigli e le doti individuali, tornando presto sul +3: Tonidandel e Ganzetti danno lezione di esplosività e precisione per segnare un gol a testa. Poco dopo un botta-risposta aggiorna il tabellone sul 6 a 3 (Piscitelli per il 5 a 3, Tonidandel per il 6 a 3) a 5 minuti dal termine.

Partita finita? No, nemmeno stavolta. Altra reazione ospite, altri due gol che infiammano il finale: Fusari approfitta di una difesa di casa non impeccabile contro il portiere di movimento degli ospiti e Soares Ortega a 50 secondi dal gong trasforma un tiro libero nel 6 a 5.

La paura campeggia nell’aria, Tonidandel la scaccia realizzando in contropiede il 7 a 5. Altri tre o quattro secondi e il PesaroFano, con gli ospiti sbilanciati disperatamente in avanti, sigla il definitivo 8 a 5 con Melo.

 

MISTER OSIMANI – “La prestazione nostra non è stata delle migliori – racconta il tecnico del PesaroFano, Roberto Osimani -. Abbiamo giocato bene a tratti, ma abbiamo gestito male altre fasi della gara. Alla fine comunque la vittoria credo sia meritata ed è anche la cosa migliore della giornata. Non era facile contro questa avversaria”.

 

CAPITAN DITOMMASO MVP – Ai commenti ne aggiungiamo uno che non si evince dalla cronaca: il migliore in campo del PesaroFano è stato senza dubbio capitan Ditommaso, che soprattutto nei momenti critici del match ha difeso e rilanciato in avanti il PesaroFano, anche sul piano del carattere. Dopo l’infortunio di qualche settimana fa, ora “Dito” sembra aver ritrovato la condizione migiliore e ieri le sue immense qualità sono state decisive nel raggiungimento della vittoria.

Guardando alla classifica, è un successo pesantissimo. Perché mantiene il PesaroFano al quarto posto e quindi in zona Final Eight di Coppa Italia, ora però con ben quattro punti di vantaggio sulle inseguitrici (Aosta e Reggiana) a sole tre giornate dalla fine del girone di andata. Non solo: la capolista New Team Gorizia ha perso in casa col Cagliari la sua prima partita e così, a due settimane dallo scontro diretto, il PesaroFano è a soli 4 punti dalla vetta. Perdonateci se serve, ma noi continuiamo a tenerlo d’occhio il primo posto…

 

Tabellino

PESAROFANO: 1 Corvatta 2 Ganzetti 3 Pieri 4 Ditommaso 5 Tonidandel 6 D’angelo 7 Ugolini 8 Sgolastra 9 Baldelli 10 Melo 11 Tres 12 Bacciaglia. All. Osimani.

FUTSAL TRIDENTINA: 1 Micheletti 3 Cecchini 4 De Andrade 5 Montagna 7 Fusari 8 Piscitelli 10 Soares Ortega 11 Belleboni 12 De Gasperi 13 Palermo 14 Bazzanella. All. Caracristi.

 

RETI: (primo tempo) 1’22” Tres 1 a 0, 2’57” Melo 2 a 0, 19’08” Melo 3-0; (secondo tempo) 22′ 14″ Fusari 3-1, 24’42” aut. Corvatta 3-2, 29’46” Tonidandel 4-2, 32’02” Ganzetti 5-2, 34’31” Piscitelli 5-3, 35’30” Tonidandel 6-3, 37’50” Fusari 6-4, 39’11” Soares Ortega 6-5, 39’45” Tonidandel 7-5, 39’52” Melo 8-5.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>