Candele a Candelara: assalto per le vie del borgo

di 

8 dicembre 2013

Candele a Candelara

Candele a Candelara

CANDELARA – Freddo e primarie del Pd non hanno fermato l’assedio di visitatori a Candelara che, nel secondo di tre weekend programmati, ha segnato un altro successo in termini di affluenza. Nella giornata di sabato sono stati più di 48 i pullman giunti da ogni parte d’Italia;  oggi hanno superato addirittura quota 55 segnando un vero e proprio record e confermando il crescente interesse di agenzie e tour operator per Candele a Candelara. Una curiosità. Due pullman provenienti da Reggio Emilia, il cui arrivo era previsto per oggi, hanno anticipato a ieri la loro visita a Candelara su richiesta degli stessi partecipanti. Il motivo? In tanti dovevano votare nei propri seggi alle primarie del Partito Democratico.

La decima edizione procede dunque macinando numeri da record. Si calcola che al termine di questi primi due giorni siano stati oltre 15.000 gli ingressi al botteghino della Pro Loco (la scorsa settimana sono stati più di 8.000). Tanto lavoro per la tensostrutture al coperto che hanno offerto i piatti tipici della tradizione e piatti a base di pesce ed anche per le 70 casette in legno sparse lungo le vie del paese. L’articolo più gettonato è stata come sempre la candela, in tutte le forme, dimensioni e lavorazioni. Numerose le attrazioni, gli artisti di strada ed i concerti programmati. Prese d’assalto dai più piccoli Il Bosco degli Gnomi e l’Officina di Babbo Natale. Insomma, tante attrazioni per una festa che sta facendo parlare di sé anche nel nord Italia dove i mercatini natalizi sono una tradizione. Sono arrivati pullman dalla Valle d’Aosta e dal Trentino, a conferma che Candelara sta diventando sempre più attrattiva. Più di 300 i camper che sono arrivati in questo primo week-end dislocati in varie zone della città.

A pieno regime le navette da e per Candelara, per il trasporto dei turisti e dei tanti pesaresi che anche quest’anno hanno voluto assistere al caratteristico mercatino natalizio. I momenti più affollati hanno coinciso con i tre spegnimenti programmati della luce elettrica (17.30 e 18.30, ma anche alle 19.30), con successivo spettacolo pirico al Campanile di San Francesco ed il lancio di palloncini illuminati. Qualche intoppo agli ingressi nelle ore centrali del pomeriggio poi risolto egregiamente dai volontari del servizio di sicurezza.

Ricchissimo il programma anche per il prossimo e ultimo week-end della festa. Gli organizzatori invitano anche i pesaresi che potranno trovare meno visitatori dal resto d’Italia. E’ comunque sconsigliatissimo l’uso del mezzo proprio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>