Magi e Cusaro in coro: “Mentalmente siamo fragili”. E l’allenatore del Celano ammette: “Siamo stati anche fortunati”

di 

8 dicembre 2013

PESARO – Un’altra rimonta subita dalla Vis, con l’allenatore Giuseppe Magi che non se la spiega. “Con molta onestà, dico che non so esattamente cosa sia successo. Se mi è concessa una battuta, almeno oggi, a differenza di quanto successo a Fermo, abbiamo portato a casa un punto. Al di là delle battute, è un momento così. Quello che è sicuro è che a livello psicologico paghiamo paure e ansie che indubbiamente ci attanagliano. Ci complichiamo la vita da soli. Ho visto nello spogliatoio ragazzi molto abbattuti ma dico loro che dobbiamo rimaner sereni. E’ vero, qualche errore lo commettiamo e abbiamo anche qualche difficoltà, però dobbiamo guardare alle tante cose positive che anche contro il Celano abbiamo fatto”.

Dopo aver chiuso 2-0 una prima frazione strapositiva, con tanto di palo e rigore sbagliato da Chicco a certificarlo, nella ripresa la Vis ha smesso di giocare. “Eravamo sul 2-0, però non volevamo addormentare la partita – ha detto Magi in sala stampa – Abbiamo gestito male la palla, affidandoci troppo ai lanci dalle retrovie, e questo non mi è piaciuto. Però è anche vero che alla minima sbavatura veniamo puniti. Anche contro il Celano abbiamo raccolto meno di quanto seminato. La mia espulsione? E’ arrivata la palla sotto la mia panchina e l’arbitro ha pensato che stessi litigando con un avversario. Anche da questo punto di vista, ce ne vanno poche dritte”.

Luigi Morgante, il tecnico del Celano: “Siamo stati bravi e anche fortunati a riaprire una gara compromessa nei primi 45 minuti. Una volta accorciato, siamo stati bravi a lasciarci spingere dall’energia e dalla carica che ne sono derivate. Certo, abbiamo avuto anche una buona dose di fortuna, ma nel calcio succede. Con Agnonese e Termoli abbiamo perso punti alla fine, contro Matelica e Vis ne abbiamo conquistati”.

Fabio Cusaro, il centrale della Vis, ancora una volta ci mette la faccia: “L’ennesima occasione gettata alle ortiche. Era una partita in assoluto controllo fino a 10 minuti dalla fine ma poi ci siamo fatti rimontare. Il fatto è che, in questo momento, mentalmente siamo fragili. C’è qualche errore nostro, innegabile, però è anche vero che ogni volta che gli avversari gettano la sfera nella nostra aria ci scappa un gol. Anche perché avevamo avuto la chance per andare sul 3-0 sia nel primo che nel secondo tempo”.

A fine match chiarimento pacifico tra giocatori e tifosi.

Un commento to “Magi e Cusaro in coro: “Mentalmente siamo fragili”. E l’allenatore del Celano ammette: “Siamo stati anche fortunati””

  1. vecchia maniera scrive:

    cose positive? 4 gol in un tempo a Fermo. Oggi sagra dell’errore con tanto di rigore sbagliato (il terzo!!!! E’ un caso?) e regalo del pareggio a una squadra di derelitti. Non parliamo di Isernia….cose positive? Mercato esclusivamente in uscita? Occhio direttore a smembrare la squadra senza adeguati sostituiti perché l’inverno è ancora lungo e questa squadra dimostra limiti sconcertanti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>