A Fano cinque incontri dal titolo “Sapere è potere. Conoscere per capire”

di 

12 dicembre 2013

FANO – La scuola come formatrice di coscienze, di persone oneste e leali, di soggetti autonomi e liberi deve interagire con il territorio e reclamare una società consapevole, democratica, giusta, leale, solidale. Per questo diverse scuole superiori di Fano, il Polo Scolastico 3 (liceo Artistico Apolloni, gli Istituti Tecnici Archimede e Seneca e gli Istituti Professionali Olivetti e Volta) e l’ITC “Battisti” hanno insieme organizzato 5 incontri aperti anche a tutta la cittadinanza sul tema ”Sapere è potere. Conoscere per capire”. Filo conduttore degli incontri è l’informazione, oggi sempre più manipolata dai grandi poteri: la scuola quindi si riconosce il ruolo di riscoprire un’informazione non più subita, ma utile a sviluppare la comprensione critica degli eventi.

Il 18 dicembre 2013 ore 18 nella sala Verdi del teatro della Fortuna di Fano incontro dal titolo “Europa e Democrazia. Quali alternative alla crisi?”. Partecipano Antonio Maria Rinaldi (docente di Finanza Aziendale dell’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti-Pescara e della Link Campus University di Roma) autore del libro “Europa Kaputt” vincitore del premio giornalistico Lucio Colletti 2013, e Luciano Barra Caracciolo (Presidente di sezione del Consiglio di Stato, rappresentante italiano presso la rete UE degli organi di autogoverno del potere giudiziario, membro del gruppo di esperti per l’Accertamento dell’impatto della regolazione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri).Nell’occasione verrà presentato l’esperimento di moneta complementare ad opera dell’Associazione Disoccupati PU e della Cooperativa Sociale Gerico. Modera il dottor Arnaldo Gaieconomista dell’università Bocconi di Milano, docente presso l’università di Urbino e sede di Fano di tecnica bancaria ed economia degli intermediari finanziari. Il 10 Febbraio ore 18:00 nell’aula magna ITC “Battisti” il docente al Liceo Artistico Statale di Pescara Alberto Marino presenta il suo libro “Enrico Mattei deve morire! Il sogno senza risveglio di un paese libero”.Un libro che ha il merito di riproporre alla ribalta della memoria storica un uomo che non va dimenticato, un uomo che avrebbe potuto fare ancora molto per il proprio Paese. Il 7 marzo alle ore 18 nell’aula magna dell’istituto Volta incontro dal titolo “L’uomo nella rete. Informazione, comunicazione e conoscenza nell’epoca dei nuovi media” interviene Paolo Ercolani che insegna materie filosofiche e sociologiche presso l’Università di Urbino “Carlo Bo”. Date ancora da definie per gli incontri con il giudice Ferdinando Imposimato e il giornalista Raimondo Schiavone autore del libro “Syria. Quello che i media non dicono”. Le scuole ringraziano l’assessorato alla cultura della Provincia di Pesaro e Urbino e del Comune di Fano per la collaborazione e il patrocinio e per il contributo all’Associazione Reimpresa , il Movimeto Agende Rosse e TgEventi Fano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>