“Diminuiamo la Tares che coloro che rifiutano le slot machine”. Proposta di Andreolli

di 

12 dicembre 2013

Dario Andreolli

Dario Andreolli, consigliere comunale del Pdl

PESARO – “Diminuiamo la Tares per coloro che rifiutano le slot machine”. La proposta del consigliere comunale di Nuovo Centro Destra Dario Andreolli, formulata attraverso un Odg già depositato da tempo in Comune, coglie le criticità emerse dalle parole di alcuni proprietari di esercizi commerciali che hanno già deciso di rinunciare a tali apparecchi.

“Già a giugno, quando fu presentata la delibera sulla Tares, proposi la diminuzione della stessa per coloro che rinunciavano all’installazione delle slot-machine. Purtroppo la mia richiesta fu ritenuta tardiva e di difficile applicazione tecnica. Dopo mesi – sostiene Andreolli – posso affermare di averci visto bene, infatti diversi Comuni italiani, piccoli e grandi, hanno utilizzato tale metodo (chi creando un fondo, chi facendo sgravi) per combattere il fenomeno crescente della “ludopatia”, trovando la soddisfazione degli esercenti che hanno visto premiata concretamente la loro scelta etica”.

“A partire dal 2014 – conclude il consigliere di NCD – occorre che anche il Comune di Pesaro si attivi per questa battaglia. Anche se non sappiamo ancora con certezza se rimarrà la Tares o se verrà sostituita o integrata , occorre legare al tributo per la raccolta dei rifiuti un gesto premiante  che consenta agli esercenti di non essere soli e di sentire la vicinanza ed il supporto del Comune in questa battaglia che sta rovinando la vita a centinaia di famiglie pesaresi” .

 

OGGETTO: PROVVEDIMENTI PER COMBATTERE LA LUDOPATIA

Premesso che

Il 17 Giugno 2013 il sottoscritto presentò in consiglio comunale un emendamento alla delibera della TARES  contenente la proposta finalizzata a diminuire la Tares a quegli esercizi commerciali che rinunceranno ad installare nella propria attività i videopoker e affini”.

Nel dibattito sull’emendamento il consiglio comunale espresse  un giudizio positivo sul merito di tale proposta, ma espresse perplessità sul metodo di applicazione formulato invitando il presentatore ad un approfondimento nella commissione competente.

Le mese di Luglio  la commissione bilancio discusse tale proposta  alla presenza della dott.essa Speranzini e le modalità tecniche di applicazione di tale indirizzo in futuro

Valutato che

Molti comuni italiani hanno già applicato tale provvedimento nell’anno in corso 2013 in modalità differenti tra loro.
es:
– Il comune di Oristano tramite  l’assestamento al bilancio approvato dal Consiglio comunale ha stanziato 6000 euro e il Comune li assegnera’ attraverso un bando sotto forma di direzione del tributo.
– Il comune di San Benedetto del Tronto ha deciso di  introdurre uno sconto del 30% sulla Tares per le attività conformi ai criteri della certificazione (stabilita da uno sportello nato per tale scopo).
-Il comune di Recco (Genova) ha previsto una riduzione del 10% sulla Tares mediante un’autocertificazione (si allega modulo)

Tutto ciò premesso il consiglio comunale invita il Sindaco e la Giunta

–       Ad applicare a partire dal 2014 una riduzione dei tributi comunali legati alla raccolta rifiuti per quegli esercizi commerciali che rinunceranno ad installare nella propria attività i videopoker e affini

Dario Andreolli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>