Volley Pesaro ospita Figline Valdarno, Bertini chiede alle ragazze “determinazione e intensità, sono in palio 3 punti preziosi”

di 

13 dicembre 2013

PESARO – Volley Pesaro (punti 19) contro Valdarno Volley (punti 7) si gioca alle ore 18,30 di sabato al PalaCampanara. Per favore, stracciate la carta, gettatela nel cestino: nel Girone C della Serie B1 di volley femminile, essere favoriti sulla… carta non garantisce punti. E’ anche il pensiero di Matteo Bertini, allenatore della squadra pesarese.

 

Bertini, Volley Pesaro. Foto Danilo Billi

Bertini, Volley Pesaro. Foto Danilo Billi

“Non dobbiamo ripetere gli errori fatti in qualche partita pensando che, sulla carta, avevamo di fronte avversarie inferiori e non abbiamo spinto al massimo, trovandoci poi in difficoltà. Ho chiesto alle ragazze di entrare in campo con la determinazione e l’intensità mostrate a Filottrano, perché ogni partita dà tre punti e quelli in palio sabato sono fondamentali. Non possiamo lasciare per strada punti preziosi”.

 

Finora, Valdarno Volley ha vinto in trasferta solo Cagliari, terra di conquista per tutte, e in casa ha guadagnato quattro punti con due successi al tie-break con Trevi e, proprio la scorsa settimana, con Rieti. Le toscane devono recuperare la partita casalinga contro Olbia, non disputata causa l’alluvione in Sardegna.

 

“E’ una squadra giovane, con due elementi più esperti: l’opposto Martina Allighieri, 28 anni, che la scorsa stagione era al San Michele Firenze. E’ un opposto atipico, tipo quello dell’Edilrossi Bastia, Mezzasoma, prediligendo l’attacco fast alle palle super. Ma sa tirare tutti i colpi, non molla mai e risulta rognosa alle difese avversarie. Soprattutto, è abituata a vincere, perché a Firenze ha fatto i playoff e veniva dal successo nel campionato di B2. L’altra giocatrice esperta è la centrale Alessandra Ambrosi, che gioca da diversi anni a Figline Valdarno. Le altre sono tutte giovani, come da scelta precisa della società che ha puntato su Ramona Ricchiuti, diciottenne di scuola jesina, nel ruolo di palleggiatore. La conosciamo bene, perché l’abbiamo affrontata nella finale per il titolo regionale. Come tutte le squadre giovani, hanno entusiasmo, voglia di fare e possono creare problemi; soprattutto se iniziano bene”.

 

Il vostro compito non ha alternative: vincere guadagnando i tre punti, nella speranza di approfittare di possibili battute d’arresto delle inseguitrici, alcune delle quali impegnate in partite difficili.

 

“In particolare tra Azzurra Casette d’Ete ed Edilrossi Bastia qualcuna perderà punti. Abbiamo un turno casalingo e dobbiamo essere bravi a sfruttarlo, anche perché il Valdarno Volley è alla nostra portata. Possiamo recuperare qualcuno dei quattro punti persi (3 con Bastia, 1 a Filottrano) nelle ultime due giornate…”.

 

Chi ha approfittato dei vostri passi falsi sono state le due umbre, Bastia e Perugia, che hanno recuperato 4 lunghezze. Detto che Bastia sarà a Casette, Perugia giocherà a Todi. E un derby è sempre un derby.

 

“Tra l’altro, Todi ha cambiato palleggiatore, ingaggiando Ilaria Angelelli, che l’anno scorso era la riserva di Stefania Dall’Igna alla Chateau d’Ax Urbino. Ha giocato già la scorsa settimana, nel derby perso contro Bastia. Todi è una società ambiziosa e sta cercando di fare un buon campionato. E la qualità della squadra non è male, l’abbiamo visto a Pesaro: conducevano 2 set a 0. Tra Todi e Perugia prevedo una battaglia. Detto questo, dobbiamo pensare a noi stessi, affrontando partita dopo partita”.

 

Come è andato il lavoro settimanale?

 

“E’ stata una settimana più tranquilla delle precedenti. Abbiamo recuperato anche Valentina Salvia, che da martedì si allena a pieno regime, avendo smaltito l’infortunio muscolare. Il morale è alto, perché quando vinci partite come quella di Filottrano l’entusiasmo è grande. Speriamo di continuare così, io sono molto contento del lavoro fatto in questi ultimi giorni”.

 

A proposito di entusiasmo: Elena Sacchi ha sottolineato l’importanza dei tifosi che vi hanno seguito ancora una volta in trasferta.

 

“A parte Valentina Salvia, le nostre ragazze non hanno esperienze di alto livello e per loro avere tifosi al seguito non è una normalità. Ci ha fatto molto piacere perché, in una palestra così calda come quella di Filottrano, avere tifosi amici ci ha tranquillizzato, dandoci ulteriori energie e stimoli. Tra l’altro le ragazze volevano riscattare la brutta prova con Bastia. Ringraziamo i tifosi per quello che stanno facendo per noi”.

 

Qualche sera fa, la diretta da Belgrado di Stella Rossa – Rebecchi Nordmeccanica Piacenza ha mostrato due mondi: la squadra serba con età età inferiore ai 19 anni e senza straniere; in quella emiliana, cinque straniere ed età media superiore ai 27 anni. Luciano Pedullà, che allora era sulla panchina della Scavolini, osservando con quanto entusiasmo si allenavano le ragazzine di Belgrado, confidò: “Mi piacerebbe allenare una squadra così”. Certo, la Serbia non naviga nell’oro, ma anche altri Paesi vivono un periodo di grave difficoltà. Non ci sono altre strade se non puntare sulle giovani, come prevede il progetto di Volley Pesaro.

 

“Sono d’accordissimo con Luciano. Chiaramente le condizioni sono diverse, e in Serbia – se si esclude la Stella Rossa – non ci sono squadra di altrettanto valore. Le giocatrici più forti vanno in altri campionati…”.

 

A capitalizzare – economicamente – il gran lavoro fatto nel settore giovanile…

 

“In Italia è più difficile… Ci sono più squadre di vertice e ciò induce a puntare su giocatrici già fatte anziché sulle giovani, altrimenti esci subito dalla Champion. A loro non interessa. E la Stella Rossa è affidata all’allenatore della Nazionale juniores, che nei fatti è la stessa squadra. Da noi è impensabile. Detto questo, ho fatto la scelta di venire a Pesaro perché c’era l’idea di lavorare sulle giovani, di farle crescere con un progetto pluriennale, come è stato con Alessia Fiesoli e come sarà per altre, spero. Chiaro che per proseguire questo progetto, deve cercare un campionato più competitivo, perché l’ambizione delle giovani è migliorare di livello, anno dopo anno. Questa stagione è fondamentale per il nostro progetto, perché per valorizzare le nostre ragazze dobbiamo puntare a una serie superiore”.

 

Il programma completo della nona giornata di andata:

 

Sabato 14

 

ore 15,30: Fortitudo Città di Rieti – Angeli del fango Olbia

 

ore 18,30: Volley Pesaro – Valdarno Volley; San Michele Firenze – Lucky Wind Trevi

 

ore 19,45: Alfieri Cagliari – Lmd Group Pagliare

 

ore 21,15: Volley Loreto – Lardini Filottrano

 

Domenica 15

 

ore 17,30: Azzurra Casette d’Ete – Edilrossi Bastia Umbra; Todi Volley – Gecom Security Perugia.

 

La classifica:

 

Pesaro 19

Perugia 18

Bastia Umbra 17

Casette d’Ete e Filottrano 16

Olbia (*) e Firenze 15

Rieti 11

Todi e Loreto 10

Figline Valdarno (*) 7

Trevi 6

Pagliare 5

Cagliari 0

(*) una partita in meno

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>