Volley, da sei settimane Pesaro è in vetta alla classifica, ma Perugia e Olbia incalzano

di 

15 dicembre 2013

Volley Pesaro

Volley Pesaro

PESARO – Per la sesta domenica consecutiva, Volley Pesaro è in vetta alla classifica del Girone C di serie B1. La squadra di Matteo Bertini è partita dal settimo posto della prima giornata, quando aveva superato in rimonta – dallo 0 a 2 – il Todi e la sua scalata al vertice è durata tre settimane. Quarte dopo la seconda giornata, seconde dopo la terza, Fiesoli e compagne sono balzate in testa alla quarta giornata, grazie al 3-1 nella trasferta a Spinetoli, contro Pagliare. Dalla sera del 9 novembre in poi, sono rimaste solitarie alla guida di un girone assai equilibrato.

 

Sabato sera, l’ennesimo successo…

 

“Una vittoria – commenta coach Bertini – che dovevamo fare nostra, conquistando tutti i punti in palio, perché ci consente di restare soli in testa, a prescindere dagli altri risultati”.

 

Contro il Valdarno Volley è stato un compito facile.

 

“Loro avevano problemi di formazione, perché erano prive di un centrale importante (Felladi; ndr). Un’assenza che ha facilitato il nostro compito. Abbiamo avuto qualche momento di buio in ricezione, dove abbiamo subìto troppo la palla, invece di essere più aggressive. Risolto questo problema, siamo andate bene. Molto buono soprattutto il lavoro al muro della palla alta, anche perché giocare contro squadra come Valdarno non è facile. Ritardano i colpi e ti fanno perdere il tempo al muro. Sotto questo aspetto, le ragazze sono state brave. Io sono molto esigente, perché siamo giovani e dobbiamo imparare che quando si può chiudere la partita bisogna farlo subito. Mi rendo conto, però, che quando parti 10-3 è difficile mantenere la giusta concentrazione”.

 

Uno degli aspetti più positivi è la prestazione delle ragazze che di solito mettono poche volte i piedi in campo.

 

“Sono molto contento per chi è entrato, soprattutto per Sofia Spadoni, che ha 17 anni ed è un prodotto del nostro vivaio. E per Eva Trinci che per la prima volta ha battuto al salto in partita. Ci stiamo lavorando molto su questo fondamentale e sono contento per lei che si è tolta la soddisfazione di fare un ace. Eva ha un potenziale enorme e deve aiutare la squadra. Nel secondo set l’ho mandata in campo, con un doppio cambio, è ha sbagliato una cosa che stiamo provando in allenamento sulla palla alta. Le ho detto: rientri ma non commettere più lo stesso errore”.

 

Visto che siamo entrati nel discorso delle singole giocatrici, ci sembra giusto sottolineare che Giada Boriassi ha festeggiato il compleanno nel migliore dei modi: 10 punti con 6/7 offensivo, 3 ace e 1 muro fatto.

 

“Sì, abbiamo cambiato il suo modo di battere e ha fatto meglio. Adesso il suo servizio parte stando più vicina alla riga. Stiamo lavorando anche sulla fast, ma, sia per gli errori in battuta delle avversarie sia per la nostra scarsa qualità in ricezione, l’abbiamo potuta utilizzare poco. Abbiamo fatto un passo indietro sul primo tempo di Giada, che stiamo cercando di mettere a posto, mentre al muro la sua crescita è incredibile; sotto questo aspetto sono contento. E lo sono per avere recuperato Valentina Salvia che le scorse settimane ha accusato qualche problema fisico. Anche Zuccarini ha dimostrato tutte le sue qualità. La scorsa settimana l’avevo criticata, ma oggi la devo elogiare perché ha giocato ai suoi standard. Se fa un errore pensiamo che la sua partita sia stata brutta. A Filottrano non non aveva giocato male, lo voglio ribadire, ma da lei ci si aspetta sempre tantissimo”.

 

A che punto è il lavoro svolto dalla sua squadra?

 

“Se mi si chiede il potenziale, rispondo che abbiamo ancora margini, che non so quantificare numericamente perché è impossibile. Di sicuro le ragazze migliorano in continuazione, mettendo ulteriori tasselli a ogni allenamento. Spero di continuare a farle crescere, perché ognuna di loro ha le qualità per farlo. Poi capita che, come a Filottrano, si giochino partite più con lo stomaco che con la tecnica, ma anche lì abbiamo dimostrato di essere presenti, ed è una grande qualità che ha la squadra”.

 

I risultati dell’ottava giornata confermano, al momento, che l’avversaria più ostica delle pesaresi è Perugia, staccata di un solo punto. In verità, anche Olbia, se riuscirà a espugnare Figline Valdarno nel recupero dell’8 gennaio 2014, salirà a 21.

 

Giocate domenica:

 

Alfieri Cagliari – Lmd Pagliare 3-1 (25-19; 25-22; 23-25; 25-15).

 

Azzurra Casette d’Ete – Edilrossi Bastia 3-2 (19-25; 25-8; 25-12; 23-25; 15-13)

 

Todi Volley -Gecom Security Perugia 1-3 (30-32; 21-25; 25-22; 19-25).

Giocate sabato:

Volley Pesaro – Valdarno Volley 3-0

Rieti – Olbia 1-3

Firenze – Trevi 3-0

Loreto – Filottrano 1-3

La classifica

Pesaro 22

Perugia 21

Filottrano 19

Olbia (*), Firenze, Casette d’Ete e Bastia 18

Rieti 11

Todi e Loreto 10

Figline Valdarno (*) 7

Trevi 6

Pagliare 5

Cagliari 3

(*) una partita in meno

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>