Free Arts, la vetrina per chi ha da sempre l’arte nel cuore

di 

18 dicembre 2013

Lori rosso Free ArtsPESARO – Arti libere… anzi Free Arts. Free Arts è un progetto nato quasi per gioco ad opera di due personaggi assolutamente lontani dal mondo delle Gallerie d’arte moderna – il grafico pubblicitario pesarese Claudio Clementoni e l’esperta di marketing Silvia Fiore da Rimini – entrambi animati del desiderio di dare una vetrina a tutte quelle persone che hanno da sempre velleità artistiche ma che non hanno mai trovato un canale mediatico per farsi conoscere.

“Tutto è iniziato ad aprile 2013 – spiegano i due ideatori di Free Arts – quando è stato creato il logo Free Arts e una pagina Facebook in cui chiunque avrebbe potuto liberamente pubblicare le proprie opere con qualsiasi tecnica. Siamo arrivati a oltre 4.000 “mi piace”. Il successo, inaspettato, ha fatto sì che con il tempo nascessero alcune iniziative mirate a far allargare gli orizzonti della pagina Facebook. In poco tempo, infatti, sono arrivate adesioni da parte di artisti provenienti da ogni parte del mondo ed anche di professionisti del settore”.

Ma non è finita qua. Dopo 8 mesi ecco il sito web nuovo di zecca, ancora in versione Beta, visitabile andando al seguente indirizzo: http://freeartsitalia.altervista.org/.

Sappiamo di avere limiti tecnici e di tempo – continuano Claudio Clementoni e Silvia Fiore – ma speriamo che le nostre iniziative siano apprezzate dalla maggior parte degli utenti. Naturalmente abbiamo altre idee che però ancora non sveliamo”. Aspettiamo con ansia.

Intanto sul sito web sono “esposte” le opere di sei appassionati d’arte: Donatella Marraoni (Perugia), Lorenzo Cecilioni (Pesaro), Filippo Vassallo (Genova), Max Gasparini (Bergamo), Claudio Clementoni e Silvia Fiore. Ovviamente il progetto è in divenire e sempre più persone troveranno spazio su Free Arts.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>