Mondolfo, chiamatemi Don Tonino… Appuntamento a Sant’Agostino

di 

18 dicembre 2013

MONDOLFO – L’Assessore alla Cultura Corrado Paolinelli presenta il primo di una serie di iniziative culturali in programma per la stagione invernale sul nostro territorio. “Il Salone Aurora sarà il palcoscenico di una lettura teatrale dedicata ad un simbolo del pacifismo e dei diritti civili. Don Tonino, vissuto lontano dai riflettori della notorietà e dall’attenzione mediatica, con il suo contributo ha lasciato un segno concreto nella nostra società”.

Luca Violini

Attore, doppiatore, regista Luca Violini è nato ad Ancona nel 1966. E’ una delle più importanti e note voci nazionali nel panorama del doppiaggio cinematografico, documentaristico, pubblicitario, televisivo e radiofonico. La sua è la voce di numerosi attori tra cui Dolph Lundgren, Chazz Palminteri, Bruce Payne, Ron Silver, James Russo, ecc… nonché di molti personaggi dei cartoni animati tra cui Ken il guerriero, The Mask, Tommy e Oscar, Scemo più Scemo, Ranma, Hercules ecc.. Da diversi anni si dedica attivamente alla creazione ed elaborazione di una particolare forma di spettacolo, la lettura teatrale, basata sulla rappresentazione audio-scenica di classici della letteratura mondiale e testi appositamente scritti per questo nuovo genere. E’ l’ideatore e assieme a Francesco Cardinali il fondatore, della struttura “Quelli che con la voce…” Produzioni, di cui è anche il Direttore Artistico.

Don Tonino

Vescovo di Molfetta, ha mostrato una particolare attenzione nei confronti degli indigenti, il suo ministero episcopale fu caratterizzato dalla rinuncia a quelli che considerava segni di potere e da una costante attenzione agli ultimi, accogliendo prostitute e sfrattai nella diocesi. In prima fila nel pacifismo intervenne in maniera dura contro il potenziamento dei poli militari di Crotone e Gioia del Colle, e contro l’intervento bellico nella Guerra del Golfo, manifestò un’opposizione così radicale da attirarsi l’accusa di istigare alla diserzione. Si rifiutò di benedire una nave della marina perchè possedeva armamenti. Il 7 dicembre 1992 partì insieme a circa cinquecento volontari da Ancona verso la costa dalmata dove iniziò una marcia a piedi diretto alla città di Sarajevo, da diversi mesi sotto assedio serbo a causa della guerra civile. Ha realizzato numerosi scritti illuminati e quasi profetici dedicati alla vita civile. Tra il 1990 e il 1992 ha pubblicato alcuni articoli sul quotidiano il Manifesto. Il 20 aprile 1993 muore a Molfetta e l’anno successivo gli viene conferito il Premio Nazionale Cultura della Pace alla memoria.

Servizio Turismo e Web P.A. – email: turismo@comune.mondolfo.pu.it – Tel. 0721.939252

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>