Robur Tiboni a Bergamo, difficile ma non impossibile

di 

20 dicembre 2013

Fra le bergamasche, il sorriso dell'ex Jelena Blagojević (Foto Lega Pallavolo)

Fra le bergamasche, il sorriso dell’ex Jelena Blagojević (Foto Lega Pallavolo)

URBINO – Fermata la rincorsa dell’Unendo Yamamay, la Robur Tiboni prova ad arrestare la marcia della Foppapedretti Bergamo, seconda in classifica, a tre punti dall’imbattuta capolista Rebecchi Nordmeccanica Piacenza, campione in carica.

Finora, le orobiche allenate da coach Lavarini, hanno giocato 7 partite, perdendone 2. La prima sconfitta, dopo un avvio di tre successi in fila, è giunta alla quarta giornata, a Busto Arsizio, dove il derby è andato alla squadra di casa con un secco 3-0, ma con due set conclusi a 23. Una partita in cui alla “Foppa” era mancato il consueto apporto dell’ex ducale Jelena Blagojević, ferma a 4 punti con 3/11. Coach Parisi aveva ordinato di cercare Jelena con il servizio e la serba aveva ricevuto 35 volte, più della metà dell’intera squadra bergamasca (67). Che sia una chiave della partita di domenica?

Tornata alla vittoria (3-0 alla Banca di Forlì), la Foppapedretti ha perso la sesta giornata, cadendo in casa con Piacenza in una partita trasmessa in diretta da Rai Sport 2. Una partita incredibile, non solo perché nell’1-3 finale, tutti i set si erano conclusi 25-23, ma anche perché nel terzo parziale Bergamo guidava 16-10 e ancora 21-18 e nel quarto 16-13 e 21-19. Alla fine, era prevalsa la maggiore esperienza delle scudettate. I tre punti erano andati a Piacenza, mille rimpianti si erano fermati a Bergamo.

Bravissime Diouf (26) e compagne (17 Blagojević, 11 Sylla) a riprendersi il maltolto espugnando (3-1) il PalaVerde, casa dell’Imoco Conegliano.

Insomma, una stagione in altalena per le bergamasche, come conferma anche l’eliminazione – per mano dell’Igor Gorgonzola Novara, impostasi al golden set – dalla Coppa Italia.

Certo, se la Foppapedretti è in serata, il compito delle avversarie si fa difficile. Ma se l’altalena è verso il basso, espugnare il PalaNorda non è impossibile, anche se Bergamo ha vinto tre delle quattro gare casalinghe.

Quella di domenica (arbitri Ravallese e Prati) sarà la quattordicesima sfida tra la Foppapedretti e Urbino. Bergamo – informa l’ufficio stampa della Foppapedretti – schiererà anche la palleggiatrice Lucie Smutna, che al termine della gara raggiungerà la Repubblica Ceca per aggregarsi alla sua Nazionale impegnata nelle prossime settimane nelle gare di qualificazione ai Mondiali 2014. Mentre resteranno sotto osservazione fino alla rifinitura di domenica la centrale Raphaela Folie, in ripresa dall’infortunio alla spalla destra, e Jelena Blagojević, costretta nelle ultime sedute di allenamento ad un lavoro differenziato a causa di alcuni piccoli acciacchi muscolari. Proprio per Jelena sarà un ritorno al passato, approdata in Italia nel 2011 proprio per vestire la maglia di Urbino che l’ha lanciata verso la Foppapedretti.

Il resto dell’ottava giornata

Sabato 21, ore 20,30, diretta su Rai Sport 1: Banca di Forlì – Ihf Frosinone.

Domenica 22, ore 18
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Imoco Conegliano (diretta su Sportube 2); Unendo Yamamay Busto Arsizio – Liu Jo Modena; Openjobmetis Ornavasso – Pomì Casalmaggiore. Riposa l’Igor Gorgonzola Novara che ha ufficializzato l’ingaggio dell’opposto statunitense Kelly Murphy, 24 anni, 1,88 di altezza, mancina, mentre la connazionale Katherine Harms ha lasciato Novara per raggiunger Bolzano, dove viene provata dalla squadra locale che partecipa alla serie A2.

La classifica

Piacenza 18
Bergamo 15
Modena 14
Conegliano 12
Novara 10
Busto Arsizio, Ornavasso e Casalmaggiore 9
Urbino 6
Frosinone 3
Forlì 0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>