Fano, follia ad Ancona: dalla vittoria alla sconfitta negli ultimi 7 minuti

di 

22 dicembre 2013

ANCONA-FANO 2-1 

ANCONA (4-3-3): Lori; Barilaro, Cacioli, Capparuccia (36′ st Morbidelli), Di Dio; Bambozzi, Biso (23′ st Cazzola), Di Ceglie; Bondi, Pazzi, Degano (11′ st Tavares). A disp.: Niosi, Cilloni, Gelonese, Mallus, Pizzi, Marfia. All. Cornacchini.

FANO (4-2-3-1): Ginestra; Clemente, Torta, Santini, Nodari; Favo, Lunardini; Bracci, Coppari, Marconi (33′ st Vitali); Shiba (25′ st Cicino). A disp.: Tonelli, Fatica, Stefanelli, Righi, Forabosco, Pistelli, Antognoni. All. Omiccioli.

ARBITRO: Massimi di Termoli.

RETI: 29′ pt Shiba, 41′ st Tavares, 48′ st Bondi

NOTE: giornata soleggiata, terreno in non perfette condizioni. Spettatori duemila circa (paganti 784 di cui 82 ospiti, abbonati 1231). Ammoniti: Bambozzi, Cacioli, Lunardini, Di Dio. Angoli: 12-1. Recupero: pt 2′, st 5′.

ANCONA – L’Ancona si regala un Natale memorabile dopo un derby-thriller con il Fano. La vittoria arriva in extremis grazie a Tavares e Bondi che ribaltano il match negli ultimi minuti. Decisiva fin lì la “papera” del portiere Lori, che alla mezzora si fa sorprendere da un tiro senza pretese di Shiba dai trenta metri, dopo un disimpegno errato a centrocampo. I dorici provano a reagire, ma con scarse occasioni, tanto che l’unica degna di nota arriva al 39′ con Clemente che anticipa Pazzi (preferito a Tavares dall’inizio) dopo uno scambio con Bondi. Con la tribuna che borbotta si va al riposo con il Fano in vantaggio. In apertura di ripresa Ginestra nega il pareggio a Bondi che colpisce da due passi a botta sicura, ma centralmente. Ancora un campanello d’allarme suona in casa fanese con la rovesciata di Pazzi che però viene bloccata dal portiere granata. Al 15′ mister Cornacchini rivoluziona il modulo passando al 4-3-1-2 con l’ingresso di Tavare al posto di Degano. E proprio il portoghese, appena entrato, su lancio di Bondi si fa anticipare in uscita dal Ginestra. Poi ci si mette l’arbitro (di Termoli) che nega a Pazzi, strattonato da Santini, un rigore netto. Il Del Conero è inferocito col direttore di gara e anche con gli errori dell’Ancona, che con Pazzi in girata, sull’assist di Cazzola, manca incredibilmente la porta. Negli ultimi dieci minuti Cornacchini inserisce anche Morbidelli: Ancona con cinque attaccanti. E’ una mossa azzeccata perché l’esterno romano propizia le due reti che stravolgono il derby. A 4’ dalla fine un cross di Pazzi viene rimesso in mezzo da Morbidelli, sul rimpallo arriva di prepotenza Tavares che pareggia. L’Ancona ci crede. E viene premiata nel forcing finale: traversone in mezzo di Morbidelli, Torta atterra Pazzi, sul pallone piomba Bondi che piazza all’angolino il sinistro del 2-1. Il Del Conero esplode. L’Ancona chiude il girone d’andata in testa alla classifica con 39 punti (40 effettivi) e +6 sul Termoli.

(tratto da www.anconasport.it)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>